verifica estintori
:: di

Il CSE deve procedere alla verifica estintori di cantiere?. Estintori portatili e cantiere, obblighi del Datore di Lavoro e alta vigilanza del Coordinatore Sicurezza; questo il limite non sempre ben identificabile dei compiti del Coordinatore Sicurezza. E' corretto "ignorare" lo stato di alcune delle principali attrezzature antincendio di cantiere?

Secondo il nostro staff, assolutamente no ed è bene quindi avere una conoscenza di base che consenta di "gettare l'occhio" anche su quelle attrezzature che potrebbero essere utilizzate (e pagate).

La presenza di estintori portatili all’interno di un cantiere è il requisito base per poter garantire operazioni di contenimento/spegnimento di focolai di incendio. Per affrontare nel dettaglio l’argomento "antincendio" partiamo innanzitutto dalle definizioni che accompagneranno il lettore durante tutto l’articolo.

ESTINTORE PORTATILE

L’estintore portatile è per definizione concepito per spostamenti/utilizzo manuale da singolo operatore, questo ne definisce quindi le caratteristiche tecniche limitando la massa da 1 a 20 Kg. Dotato di agente estinguente viene rivolto verso il fuoco per effetto di una pressione rilasciata da una cartuccia o permanente).

AGENTE ESTINGUENTE

L’agente estinguente è la sostanza il cui utilizzo determina l’estinzione del principio di incendio, viene suddiviso in “cariche” ben determinate, espresse in chilogrammi o il in litri come nel caso di acqua.

https://www.cantierepro.com/shop/prevenzione-incendi-cantiere-ruolo-coordinatore-sicurezza-vvf-antincendio

CLASSIFICAZIONE

La classificazione avviene in Italia per mezzo della norma UNI EN3/7:2004 e s.m.i.

DURATA DI FUNZIONAMENTO

La durata di funzionamento è il lasso temporale in cui l’agente estinguente di propaga in continuità temporale con la valvola di intercettazione completamente aperta.

Verifica estintori - SOSTANZE ESTINGUENTI

Gli estintori portatili possono essere caricati con le seguenti sostenze:

ACQUA

particolarmente efficace per fuochi classificati di CLASSE A ed utilizzati per fuochi di classe B solo nel caso in cui l’acqua abbia una densità minore del combustibile. Le controindicazioni sono riferite a fuochi da metalli e da polveri il cui utilizzo in spegnimento potrebbe comportare pericolose reazioni ed è vietato l’utilizzo dell’acqua per fuochi relativi ad impianti elettrici, apparecchiature elettriche sotto tensione ed affini (le cariche previste per questa tipologia di estintori sono: 2-3-6-9 Kg).

SCHIUMA ANTINCENDIO

composta da miscela di aria/gas inerte+acqua+liquido schiumogeno, si trova sul mercato in varie tipologie riferite al tipo di incendio da estinguere è indicata per i focolari di classe B (le cariche previste per questa tipologia di estintori sono: 2-3-6-9 Kg).

POLVERE ANTINCENDIO

SEI GIÀ REGISTRATO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI


SEI GIÀ REGISTRATO MA NON RICORDI LA PASSWORD?
RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


NON SEI REGISTRATO?
CREA IL TUO ACCOUNT

  • Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy e ACCONSENTO al trattamento dei miei dati per finalità di marketing. Cliccando "REGISTRATI" dichiaro di aver letto ed accettato i Termini d'uso. LEGGI I TERMINI D'USO

    ©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
    F.to Redazione Tecnica