:: di

La domanda può apparire frivola ma spesso si tende a confondere il reale significato dei due termini utilizzando al bisogno sia l’uno, sia l’altro. Si intende per segnaletica di sicurezza quella che riferita ad un oggetto ad una attività o ad una situazione determinata, fornisce una indicazione o una prescrizione concernente la sicurezza o la salute sul lavoro e che utilizza a seconda dei casi un cartello, un colore, un segnale luminoso /acustico, una comunicazione verbale o gestuale.

I cartelli quindi sono i contenitori (eventuali) dei segnali; questi forniscono una indicazione tramite l’insieme di: forma, colore e simbolo/pittogramma; a tale contenitore deve essere data direttamente o indirettamente un’adeguata luminosità di intensità tale ad essere sufficiente per un loro riconoscimento. Nel caso in cui le informazioni necessarie alla sicurezza e salute sul lavoro non siano tutte tradotte tramite un unico cartello, è possibile ovviare tramite un cartello supplementare.

 

 

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica