:: di

Il DISPOSITIVO DI ARRESTO CADUTA DI TIPO GUIDATO consente  ad un operatore munito di imbracatura i potersi muovere in sicurezza lungo piani inclinati permettendogli, in caso di caduta, un arresto caduta in condizioni di sicurezza accettabili. Risulta costituito da una linea di ancoraggio, da un dispositivo anticaduta di tipo guidato autobloccante fissato alla linea di ancoraggio rigida e da un connettore o un cordino terminato in un connettore.

Una funzione di dissipazione di energia può essere installata tra il dispositivo anticaduta e la linea di ancoraggio oppure un assorbitore di energia può essere incorporato nel cordino o nella linea di ancoraggio. Qualora la linea di scorrimento sia  rigida, costituita da un binario o rotaia, la norma di riferimento è la UNI EN 353.1 nel caso a linea di scorrimento sia costituita da un un cavo flessibile, acciaio o fibra sintetica, la norma di riferimento è la UNI EN 353.2.

https://youtu.be/n6mJWbxgJWg

Le caratteristiche del dispositivo guidato di arresto caduta

Il dispositivo guidato è dotato di funzione autobloccante e sistema di guida e può prevede, nella fase operativa, l’ausilio di un dissipatore di energia che può essere installato tra il dispositivo anticaduta e la linea di scorrimento o essere incorporato nel cordino.

In generale il dispositivo di arresto caduta di tipo guidato, nelle diverse tipologie esistenti, è dotato di un connettore o di un cordino provvisto di assorbitore di energia e terminante in un connettore, avente lunghezza totale non superiore a 1,00 m.

La sua funzione primaria è quella di consentire tutti i movimenti deliberati e lenti verso l’alto e verso il basso, attivando un sistema di bloccaggio automatico al verificarsi di una caduta.

Le sue caratteristiche intrinseche e di impiego variano in relazione alla natura della guida di scorrimento associata.

  1. Nel caso in cui il dispositivo guidato sia associato ad una linea di scorrimento rigida (EN 353.1), questa potrà essere costituita da una rotaia  fissata, in modo permanente alla struttura di copertura, nei punti di estremità.
    Questa, si distingue dalla linea di ancoraggio orizzontale rigida, cosiddetta " linea di vita" per l'uso su un piano inclinato compreso tra i 15° e i 90° ( la linea vita è solo orizzontale o con inclinazione < a 15°) sia per le caratteristiche auto-bloccanti del dispositivo guidato, destinate ad arrestare eventuali cadute verso il basso.
  2. Nel caso in cui, invece, il dispositivo comprenda una linea di scorrimento flessibile (EN 353.2), questa potrà essere costituita da una corda di fibra sintetica o da una fune metallica destinata ad essere fissata alla sommità dell'area di intervento.

In entrambi i casi le linee presenteranno un dispositivo di fine corsa avente lo scopo di il impedire il distacco involontario del dispositivo anticaduta dalla linea di supporto. Il collegamento tra il dispositivo anticaduta e l'imbracatura (mezzo di trattenuta) avviene mediante moschettone agganciato all'anello sternale.

Impiego

 

SEI GIÀ REGISTRATO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI


SEI GIÀ REGISTRATO MA NON RICORDI LA PASSWORD?
RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


NON SEI REGISTRATO?
CREA IL TUO ACCOUNT

  • Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy e ACCONSENTO al trattamento dei miei dati per finalità di marketing. Cliccando "REGISTRATI" dichiaro di aver letto ed accettato i Termini d'uso. LEGGI I TERMINI D'USO

     

    ©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
    F.to Redazione Tecnica