6962fd65b3a1c68c68048d0fdd21d4c4
:: di

Sul tema UNI 795 Riportiamo di seguito il chiarimento rispetto a due interpelli relativi alle norme di riferimento per gli ancoraggi in copertura, forniti dalla Regione Toscana Settore Prevenzione Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro:

ANCORAGGIO PUNTUALE UTILIZZATO DA PIU’ OPERATORI

 Un palo strutturale uni 795 classe A si può utilizzare per più operatori, ovviamente se certificato? taluni produttori  lo certifica per 3 operatori. Credevo che come ancoraggio strutturale puntuale potesse essere usato da una sola persona, non c’è un divieto normativo?.

Per i dispositivi multi utenza, intesi per essere rimossi dalla struttura,  la norma attualmente applicabile è la CEN 16415 TS, tale norma consente di realizzare dispositivi di tipo A (la classe A appartiene infatti alla vecchia definizione contenuta nella UNI EN 795/2002 attualmente sostituita con la UNI EN 795/2012) per l’uso di più persone contemporaneamente definendone i requisiti per le prestazioni e i metodi di prova. La norma UNI EN 795/2012 specifica invece i requisiti per le prestazioni e i metodi di prova associati per dispositivi di ancoraggio mono-utente. Per i dispositivi fissi la norma attualmete applicabile è la recente  UNI 11578.

AGGIORNAMENTO NORMATIVO E SCADENZE PRODOTTI

Premesso che abbiamo in corso di costruzione un Fabbricato per civile Abitazione e che per lo stesso sono stati acquistati (ad Aprile 2014) dal produttore/rivenditore alcuni sistemi di ancoraggio (linee vita e ancoraggi puntuali), i quali fanno riferimento alla UNI 795 2000 con le relative classi. Considerato che:

  • secondo il produttore/rivenditore i citati sistemi di ancoraggio possono  essere installati; 
  • il Fabbricato ad oggi è ancora in corso di costruzione, ma la copertura con le linee vita e gli ancoraggi sono stati realizzati;
  • l’Elaborato Tecnico della Copertura sarà completato a fine lavori del Fabbricato.

Si chiedono chiarimenti in merito alla sostituzione della UNI 795 e precisamente se i materiali da noi acquistati, facenti riferimento alla UNI 795:2000 e relative classi, possano essere installati in base alla norma dichiarata o se vi siano delle limitazioni anche temporali per l’installazione degli stessi. Si chiede se vi siano delle scadenze per i Produttori, relativamente alla commercializzazione dei loro prodotti. Il tutto anche in relazione ad un secondo Fabbricato per il quale dobbiamo acquistare  linee vita e ancoraggi puntuali.

——————–

I materiali prodotti antecedentemente l’entrata in vigore della UNI EN 795:2012 possono essere utilizzati e montati secondo le indicazioni del produttore con le manutenzioni necessarie da questi previste. Nell’elaborato planimetrico di dettaglio art. 5 comma 4 lett. d) del DPGR 75/r di ogni dispositivo utilizzato dovranno essere riportati il tipo di appartenenza, il modello, il fabbricante ed il numero massimo di utilizzatori contemporanei, nonché la manutenzione periodica prevista  Alla base della relazione di calcolo devono essere presi le tensioni riportate dal costruttore con il coefficiente di sicurezza relativo al dispositivo utilizzato.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica