9cdd6d45e8799d04fd141ecbd4f87cd9
:: di

Nei cantieri in cui siano previste strutture metalliche all’aperto quali per esempio gru o ponteggi, devono attivarsi una serie di verifiche e procedure stabilite dalla normativa in materia, l fine di garantire la sicurezza sia della struttura stessa che degli utilizzatori.

Tale rischio deve essere valutato non più con una valutazione semplificata predisposta da Tecnico abilitato, ma la vigente norma CEI prevede la redazione di una relazione tecnica specifica all’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche.

Il Testo Unico D.Lgs. 81 del 2008 prevede in modo specifico all’art. 84 Protezioni dai fulmini che:

Il datore di lavoro provvede affinché gli edifici, gli impianti, le strutture, le attrezzature, siano protetti dagli effetti dei fulmini realizzati secondo le norme tecniche

Le risultanze della suddetta relazione hanno come oggetto la possibilità che tali strutture metalliche possano definirsi auto-protette o in alternativa la valutazione del rischio in merito alla probabilità di fulminazione; il proprietario dell’impianto e l’utilizzatore dello stesso sono i soggetti a cui è destinata tale relazione ai sensi del richiamato articolo del D.Lgs. 81 del 2008 e della vigente normativa UNI in materia.

Nel caso in cui la relazione evidenzi come la struttura in esame non sia auto-protetta il Datore di Lavoro dovrà far redigere al Tecnico abilitato la progettazione di specifico impianto di protezione contro le scariche atmosferiche, inviato similmente alla precedente all’attenzione del proprietario/utilizzatore.

Per le strutture poste in essere oltre i due anni di esercizio, il Datore di Lavoro richiede alla competente ASL/INAIL/altro Organo abilitato dal Ministero, per l’impianto di messa a terra ed per l’eventuale impianto di protezione contro le scariche atmosferiche.

Gli Enti richiamati provvederanno ad effettuare la verifica richiesta ed a verbalizzarla al Datore di Lavoro richiedente.

Per ogni approfondimento è disponibile nel download il DPR 462/01 – Guida tecnica alla prima verifica degli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche e impianti di messa a terra ed una check-list riepilogativa utile ai fini del Datore di Lavoro ma anche per il Coordinatore per la Sicurezza.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica