post

CANTIERE > COPERTURE

Accesso alla copertura - SCALA RETRATTILE.

15 September 15

Iniziamo oggi un approfondimento su quelli che sono i sistemi per l’accesso alla copertura, tramite l’analisi svolta dal Gruppo di Lavoro Regione Toscana D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale, Settore Prevenzione Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro, che ne coordina l'attività (ing. Irene Chirizzi), affidata agli operatori dell'Azienda USL10 (coordinati da dr. Maurizio Baldacci) di Firenze per il sistema editoriale, all'. Arch. Roberto Angioni  e arch. Ilaria Saratti per conto della Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto per la parte dei contenuti, previa validazione da parte della Regione Toscana coadiuvata da ASL3 (ing. Massimo Selmi), ASL5 (ing. Andrea Cini), ASL7 (dr Rolando Giomarelli) e ASL10 (ing. Alessandro Matteucci).

Di seguito la sintesi elaborata dal Gruppo di Lavoro relativa alle scale retrattili inquadrate come dispositivo interno di tipo fisso:

 

“Descrizione:

Scala retrattile ad elementi snodati bilanciati, può essere a pioli o a gradini

Caratteristiche:

Scala ad elementi in acciaio rettilinei, ripieghevoli mediante snodi bilanciati in acciaio, muniti di sistemi di richiamo. Dotata di corrimani laterali e di maniglioni di sbarco.

La scala a gradini si caratterizza per avere la pedata di dimensione maggiore di 8 cm.

Se a pioli deve avere inclinazione compresa tra 60 e 80° (UNI EN 14975)

Se a gradini deve avere inclinazione compresa tra 15 e 60° (UNI EN 14975)

Questa tipologia di scala retrattile è consentita da ISPESL quale percorso di lavoro, in particolare per l’accesso del personale di manutenzione dei vani ascensori.

Dimensioni dell’apertura sulla copertura circa 130 x 70 cm (le dimensioni dipendono dal produttore); spessore della scala a riposo, circa 20/30 cm; altezza superabile fino a circa 300 cm.

Impiego:

Percorso d’accesso alla copertura dall’interno.

La scala retrattile a gradini (larghezza del gradino non inferiore a 8 cm.) e con inclinazione compresa tra 15° e 60° può essere considerata via d’accesso permanente e paragonabile a scala tradizionale.

La scala retrattile a pioli può essere impiegata solo in caso di presenza di vincoli strutturali che impediscono l’utilizzo di scala tradizionale (con alzata e pedata) o di retrattile a gradini.

Specificità:

Sistema d’accesso alla copertura efficace e di semplice impiego.

Criticità:

Il sistema non consente di superare altezze consistenti (superiori a 300/350 cm).

Alternative:

Altri tipi di scale fisse.

Ispezioni

Come da libretto del costruttore.

Sistemi e procedure complementari:

Deve essere previsto un dimensionamento in relazione ai carichi di esercizio, tenendo conto dei materiali e degli utensili da trasportare.

Norme di riferimento:

D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81,

Titolo IV, Capo II, sez. II, art. 113 comma 2 (scale) ed allegato IV


UNI EN 131 Scale
UNI EN 14975 Scale per sottotetto”

 

(RIPRODUZIONE VIETATA A FINI COMMERCIALI - E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE A FINI INFORMATIVI CON OBBLIGO DI COLLEGAMENTO ALL'ARTICOLO E CITAZIONE DELLA FONTE)

Foto di copertina tratta dalla pubblicazione.

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: SCALA UNI PERCORSO COPERTURA REGIONE TOSCANA