Le scale portatili sono inquadrate come dispositivi interni o esterni permanenti (se in dotazione all’edificio).

Scale a pioli che vengono trasportate ed istallate a mano

Possono essere di diverso tipo:

• semplice d’appoggio a pioli ad un solo tronco;

• d’appoggio a pioli a più tronchi innestabili;

• d’appoggio a sfilo con più tronchi, sviluppabili a mano o a fune.

La previsione dell’impiego di scale portatili rappresenta una soluzione di percorso verticale utilizzata quando il progetto presenta vincoli costruttivi ed architettonici tali da non poter realizzare un percorso alternativo di tipo permanente per raggiungere l’accesso in copertura.

Si va a creare un percorso verticale di tipo provvisorio a cui non deve essere data la priorità. Nel caso dell’utilizzo di un percorso di tale tipo, non permanente, deve essere individuata posizione e spazio in grado di ospitare tale soluzione e deve essere previsto un idoneo sistema di ancoraggio della scala all’edificio.

Criticità di utilizzo

Rischi di ribaltamento, sbandamento, slittamento, oscillazioni se la scala non è opportunamente vincolata alla zona di sbarco (durante l’utilizzo della scala una persona deve esercitare da terra una continua vigilanza.). In alternativa possono essere previsti apprestamenti di cui All. XV D.Lgs 81/2008 (Piattaforme elevabili), fermo restando il vincolo sul possibile SBARCO IN QUOTA.

Ispezioni:

  • Verificare la presenza della certificazione di conformità alla UNI EN 131.
  • Verificare se la scala è correttamente vincolata alla zona di sbarco mediante ganci di trattenuta.
  • I montanti della scala devono sporgere devono sporgere a sufficienza (1 m) oltre il livello di accesso, a meno che altri dispositivi non garantiscono una presa sicura.
  • Verificare la presenza di un dispositivo rompitratta per scale a pioli di altezza superiore a 8 m, per ridurre la freccia di inflessione.

Norme di riferimento:

D.Lgs 81\2008

Titolo IV, Capo II, sez. II, art. 113 comma 2 (scale) ed allegato IV

 UNI EN 131

Scale

 

Foto di copertina e bibliografia – Regione Toscana – Gruppo Lavoro Cop. Sic..

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica