grado di protezione IP
:: di

Il grado di protezione IP ci sintetizza, con un codice alfanumerico, la capacità di fornire una protezione totale contro i contatti diretti; quest’ultima avviene con:
• isolamento parti attive;
• protezione delle parti attive con involucri aventi grado di protezione adatto; si vedano le sottostanti tabelle tratte dalla norma CEI 70-1.

Grado di protezione IP in cantiere

Nei cantieri bisogna prevedere una protezione contro polvere e spruzzi (IP44) che consegue automaticamente anche la protezione minima richiesta contro i contatti diretti: IP2X per parti verticali, IP4X per parti orizzontali. Nei box-uffici-spogliatoi è sufficiente la protezione IP2X.
Nei bagni con doccia è necessaria la protezione IP44 dove si preveda la proiezione di spruzzi d’acqua, fermo restando che dal punto doccia non deve essere possibile toccare parti elettriche (ad esempio: porta-lampade, comandi luce, apparecchi elettrici); per maggiori dettagli occorre far riferimento alla norma CEI 64-8/7.
Infine, l’utilizzo di interruttori differenziali con corrente nominale d’intervento non superiore a 30 ma viene riconosciuto come una protezione addizionale contro i contatti diretti, ma non è considerato una misura di protezione completa contro detti contatti.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica