:: di

Il rischio caduta rientra all’interno del macro-insieme rischio di infortuni sul lavoro. Anche le statistiche nazionali più recenti pongono le costruzioni ai primi posti per frequenza di eventi infortunistici e per gravità delle conseguenze. I lavori svolti in altezza rappresentano un punto critico in quanto gli eventi lesivi conseguenti a eventuali cadute sono particolarmente gravi. È per tale motivo che questa fase della lavorazione non può essere improvvisata. Il manuale affronta passo per passo i punti salienti da considerare quando si intende realizzare opere in altezza, mettendo in risalto i criteri e gli elementi critici che devono guidare nella scelta tra diverse soluzioni.

Ad una adeguata progettazione dell’intervento va associata un’idonea formazione del personale in modo da mitigare il rischio caduta.  In particolare sull’uso dei dispositivi di protezione personale, che rappresentano non di rado un importante elemento critico nel contesto in esame.

In questi anni, l’impegno concretamente posto dalla Giunta si è reso sempre più pregnante e forte, in considerazione sia della necessità di ridurre anche nel nostro contesto questo fenomeno, sia per rispondere fattualmente ai continui, autorevoli stimoli e sollecitazioni di carattere etico, civile e sociale che sono recentemente pervenuti dal livello statale e dalle
attuazioni a livello governativo.
A fianco di queste iniziative del governo provinciale, anche l’organo legislativo della Provincia ha lavorato in via prioritaria su questa tematica fino all’approvazione della L.p. n. 3 del 9 febbraio 2007 “Prevenzione delle cadute dall’alto e promozione della sicurezza sul lavoro”, in cui si introducono innovazioni significative per la prevenzione e la sicurezza, con particolare riferimento alle cadute dall’alto, che – come è noto – costituiscono una delle principali cause di infortunio grave, soprattutto nel settore edile che risulta anche in Trentino quello a più alto rischio infortunistico.

      

(fonte Giunta della Provincia Autonoma di Trento – Strumenti per la formazione SSL numero 5)

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica