:: di

L’onere di redazione del POS spesso viene erroneamente associato come sola estensione del PSC mentre anche con unica impresa in cantiere, questo documento deve essere prodotto, come indicato nel quesito sotto riportato:

QUESITO

Nel caso una Ditta di lavori edili/civili apra un nuovo cantiere nel quale opera in via esclusiva con suoi dipendenti e mezzi (es. realizzazione di una discarica di rifiuti), per tale cantiere è necessario che rediga un POS specifico oppure è sufficiente la Valutazione del rischio generica, presente in azienda?. Per “impresa esecutrice” va intesa comunque qualsiasi impresa operante in cantiere o il termine è vincolato all’esistenza di un committente?.

RISPOSTA

L’impresa esecutrice, indipendentemente dal suo ulteriore ruolo (committente, affidataria) deve redigere comunque un POS specifico. 

art. 96 comma 1 lettera G i datori di lavoro delle imprese affidatarie e delle imprese esecutrici, anche nel caso in cui nel cantiere operi una unica impresa, anche familiare o con meno di dieci dipendenti:….redigono il piano operativo di sicurezza di cui all’art. 89, comma 1 lettera h

Peraltro la definizione di POS (art. 89 comma 1 lettera h) recita: “piano operativo di sicurezza: il documento che il datore di lavoro dell’impresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere interessato, ai sensi dell’art. 17 comma 1 lettera a), i cui contenuti sono riportati nell’allegato XV”.

(fonte: Regione Toscana – Settore Prevenzione Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro)

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica