costi sicurezza
:: di

L’analisi del primo soccorso abbinato al cantiere può generare equivoci più o meno consapevoli da parte dei soggetti interessati sull’imputazione, calcolo e programmazione delle relative spese. Abbiamo precedentemente chiarito:

E’ dunque il Datore di Lavoro il soggetto incaricato degli adempimenti normativi previsti sul tema, anche dal T.U. 81/2008 ma questi si possono intrecciare con il ruolo del Coordinatore Sicurezza ove questi sia nominato, proprio per i doveri di corretta valutazione e coordinamento dei vari soggetti all’interno del cantiere.

COORDINATORE ED ORGANIZZAZIONE COMUNE DELL’EMERGENZA

In presenza infatti di più imprese il Coordinatore potrà prevedere una procedura emergenziale di tipo comune con un punto di “soccorso”(o multipli in base all’estensione del cantiere) in cui poter rinvenire l’attrezzatura; stabilirà altresì all’interno del PSC (o durante la riunione di coordinamento iniziale) la procedura che dovrà essere utilizzata per la verifica e il controllo del mantenimento in buono stato d’ordine della stessa attrezzatura e nel caso quale Datore di Lavoro è incaricato della verifica/mantenimento dell’attrezzatura di primo soccorso che potrà essere utilizzata da tutti i soggetti operanti.

Oltre alle attrezzature potrà essere programmata una serie di riunioni periodiche con i soggetti interessati in modo da mantenere alto il livello di informazione e nel caso informare seduta stante di ogni variazione logistica del cantiere che possa avere influenze sulle procedure di emergenza programmate/concordate.

In questo caso dovrà indicare in allegato al Piano di Sicurezza e Coordinamento e preferibilmente in posizione ben segnalata nel luogo (o nei luoghi) designato per la custodia degli apprestamenti di primo soccorso, dei numeri di emergenza riferiti alla zona territorialmente competente rispetto alla localizzazione del cantiere. Questo, unitamente alla riunione di coordinamento iniziale sopra riportata, permetterà anche la corretta informazione ad eventuali Lavoratori Autonomi presenti per il lavoro.

A questo punto dovrà altresì verificare in allegato al Piano Operativo di Sicurezza delle Imprese coinvolte, che sia presente l’addetto al primo soccorso e che la formazione riportata sia in linea con la tipologia di azienda.

Per quanto sopra esposto, l’incidenza economica deve essere imputata tra i costi di sicurezza cantiere.

COORDINATORE E GESTIONE SEPARATA DELL’EMERGENZA

Nel caso in cui il Coordinatore opti per una gestione separata tra le imprese, ogni procedura è in carico all’organizzazione interna dei singoli Datori di Lavoro e sarà quindi  da ricondurre agli oneri di sicurezza aziendale e l’ammontare di tali spese non rientrerà tra i compiti del Coordinatore.

Il discrimine di valutazione, spesso equivocato per la computazione delle spese inerenti la sicurezza, è proprio legato al soggetto attuatore o al soggettocoordinatore; nel primo caso le rilevanze economiche sono in carico al Datore di Lavoro e derivano da valutazioni e procedure aziendali sviluppate secondo la vigente normativa (rientrando all’interno dell’offerta economica per l’esecuzione del lavoro, fornita sia a Committenza Privata che Pubblica, ricordando che in quest’ultimo caso l’ammontare economico riconducibile a tali Oneri di Sicurezza Aziendali deve essere evidenziato con voce separata proprio all’interno dell’offerta); nel secondo caso sono imputabili al coordinamento dell’intera opera a fini di riduzione/annullamento del rischio e quindi sono da considerarsi costi di sicurezza computabili e facenti parte del Piano di Sicurezza e Coordinamento, sviluppati dunque dal Coordinatore Sicurezza.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica