ccaa8fe56d4f97f45d8a412014bba152
:: di

La formazione degli addetti al primo soccorso è stata oggetto di numerose richieste di chiarimento istituzionale, non ultima quella presentata all’attenzione della Commissione Interpelli del Ministero del Lavoro.

Il quesito era relativo all’assoluzione dell’obbligo di formazione per tutti quegli addetti che “privatamente” siano entrati in possesso di formazione come “soccorritori attivi” che solitamente viene svolta da Enti collegati al SSN 118.

Questi soccorritori, che fruiscono altresì di appuntamenti di aggiornamento sulla formazione di base a cadenza solitamente annuale, possono dunque ritenersi adeguatamente formati per ricoprire il ruolo di addetto al primo soccorso all’interno di una realtà aziendale?.

La risposta al quesito si allaccia all’interpello n. 02/2012 in cui si evidenzia come l’obbligo di formazione dei lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di primo soccorso può ritenersi assolto nel caso in cui i corsi e relativi aggiornamenti a cui il soggetto ha partecipato “privatamente” siano stati organizzati in modo da rispettare i requisiti previsti dalla specifica normativa che regola modalità, durata, contenuto teorico-pratico e requisiti dei formatori.

Nel caso in cui, ad esempio, da detta comparazione possano presentarsi delle lacune tra il corso “privato” e gli argomenti previsti dalla normativa base per la formazione sul primo soccorso in ambito lavorativo, il soggetto dovrà integrare quanto risulta essere mancante in termini di contenuti e ore.

F.to Redazione Tecnica

Potrebbero interessarti anche:

INL & Circolare n. 01/2018: datore di lavoro – svolgimento diretto compiti primo soccorso, prevenzione incendi ed evacuazione.

Il primo soccorso in cantiere e “l’ansia da prestazione”.

La formazione dell'Addetto al Primo Soccorso.

F.to Redazione Tecnica ©

      

   

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica