eae08f3e43f7d991c689657c7bc86a68

L’organizzazione del cantiere e la verifica dell’idoneità tecnico professionale al centro del quesito posto al Settore Sicurezza e Salute sui luoghi di lavoro della Regione Toscana; vediamo cosa accade in questo caso dove è presente un’impresa affidataria e lavoratori autonomi:

QUESITO: Una Ditta che prende l’appalto dei lavori e poi lo affida a dei lavoratori autonomi, mentre i suoi dipendenti sono occupati in altri cantieri, possiede i requisiti di idoneità tecnico professionale per quel lavoro?.

RISPOSTA: Si, l’impresa conserva i requisiti di idoneità tecnico professionale. E’ ovvio che nel concedere gli appalti l’impresa affidataria dovrà verificare quanto previsto dall’allegato XVII D.Lgs. 81/2008 nei confronti del subappaltatore.

ITP NEL TESTO UNICO

ALLEGATO XVII

IDONEITA’ TECNICO PROFESSIONALE

01. Le imprese affidatarie dovranno indicare al committente o al responsabile dei lavori almeno il nominativo del soggetto o i nominativi dei soggetti della propria impresa, con le specifiche mansioni, incaricati per l’assolvimento dei compiti di cui all’articolo 97.

1. Ai fini della verifica dell’idoneità tecnico professionale le imprese, le imprese esecutrici nonché le imprese affidatarie, ove utilizzino anche proprio personale, macchine o attrezzature per l’esecuzione dell’opera appaltata, dovranno esibire al committente o al responsabile dei lavori almeno:

a) iscrizione alla camera di commercio, industria ed artigianato con oggetto sociale inerente alla tipologia dell’appalto; b) documento di valutazione dei rischi di cui all’articolo 17, comma 1, lettera a) o autocertificazione di cui all’articolo 29, comma 5, del presente decreto legislativo;

c) documento unico di regolarità contributiva di cui al decreto ministeriale 24 ottobre 2007;

d) dichiarazione di non essere oggetto di provvedimenti di sospensione o interdittivi di cui all’articolo 14 del presente decreto legislativo

2. I lavoratori autonomi dovranno esibire almeno:

a) iscrizione alla camera di commercio, industria ed artigianato con oggetto sociale inerente alla tipologia dell’appalto b) specifica documentazione attestante la conformità alle disposizioni di cui al presente decreto legislativo di macchine, attrezzature e opere provvisionali;

c) elenco dei dispositivi di protezione individuali in dotazione;

d) attestati inerenti la propria formazione e la relativa idoneità sanitaria ove espressamente previsti dal presente decreto legislativo;

e) documento unico di regolarità contributiva di cui al decreto ministeriale 24 ottobre 2007;

3. In caso di subappalto il datore di lavoro dell’impresa affidataria verifica l’idoneità tecnico professionale dei sub appaltatori con gli stessi criteri di cui al precedente punto 1 e dei lavoratori autonomi con gli stessi criteri di cui al precedente punto 2.

 

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica