:: di

La bonifica da materiale contenente amianto può verificarsi anche nei cantieri di limitata durata e operatività, ove interviene anche il lavoratore autonomo, con la presenza o meno del coordinatore sicurezza ma anche di un Direttore dei Lavori.

La rimozione di serbatoi realizzati con materiali contenenti amianto, la sostituzione di canneggiate di scarico fognature sono solo due degli esempi più comuni che si possono verificare per un lavoratore autonomo chiamato anche ad una semplice riparazione.

La domanda quindi sorge spontanea, il lavoratore autonomo può intervenire su materiali contenenti amianto? In caso affermativo quali sono gli adempimenti che deve rispettare?.

Lavoratore autonomo e rimozione amianto: si può fare?

La risposta al primo punto interrogativo è positiva. Il lavoratore autonomo, fermi restando gli obblighi normativi collaterali, può eseguire la rimozione di materiali contenenti amianto allo stesso modo di ditte specializzate con iscrizione all’apposito Albo Nazionale dei Gestori del Rifiuto, proprio perché tale possibilità non è esclusa dalla normativa vigente.

Nell’area download dell’articolo è disponibile il RIASSUNTO SINTETICO OBBLIGHI LAVORATORI AUTONOMI IN RELAZIONE AI LAVORI SUI MATERIALI CONTENENTI AMIANTO.

Adempimenti

Vediamo dunque quali procedure sono consigliate per la bonifica amianto eseguita dal lavoratore autonomo:

NON SEI REGISTRATO
OPPURE
SEI REGISTRATO CON LEVEL FREE?
ACQUISTA IL TUO ACCOUNT LEVEL PRO



SEI GIÀ REGISTRATO CON LEVEL PRO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI

SEI GIÀ REGISTRATO CON LEVEL PRO MA NON RICORDI LA PASSWORD? RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


 

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica