:: di

Prima di entrare nel merito del ruolo e degli obblighi del Coordinatore per la Sicurezza, che svilupperemo in prossimi approfondimenti, appare utile soffermarsi sul perché la norma richieda la presenza di questa particolare figura prevenzionistica, provvista di un importante posizione di garanzia. In un qualunque ambiente di lavoro, il datore di lavoro ha l’obbligo (non delegabile) di effettuare la valutazione del rischio e di redigere un apposito documento con il quale propone e dispone soluzioni utili alla mitigazione degli effetti legati ai rischi aziendali. Si tratta dunque della valutazione di rischi “propri”, perché legati allo svolgimento delle tradizionali attività aziendali. 

Sappiamo anche, però, che se la stessa azienda dovesse permettere l’accesso ai propri luoghi di lavoro ad altri soggetti (si pensi, per semplicità, all’impresa di pulizie), il datore di lavoro (che adesso diventa “datore di lavoro-committente”) è obbligato a redigere un altro documento: il DUVRI, Documento Unico di Valutazione del Rischio Interferenziale, predisposto a valutare, in sostanza, quali rischi “nuovi” vengono introdotti dalla presenza dell’impresa “ospite” e dall’interazione di questa con la società “ospitante”. 

In questa maniera, si è ottenuta la valutazione del rischio globalmente presente su quel luogo di lavoro.   

NON SEI REGISTRATO
OPPURE
SEI REGISTRATO CON LEVEL FREE?
ACQUISTA IL TUO ACCOUNT LEVEL PRO



SEI GIÀ REGISTRATO CON LEVEL PRO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI

SEI GIÀ REGISTRATO CON LEVEL PRO MA NON RICORDI LA PASSWORD? RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


 

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica