7b3f30c737e5d543c25e4bd68d9b250e
:: di

QUESITO: quali modalità il Committente deve adottare per valutare l'idoneità tecnico professionale delle imprese affidatarie?

RISPOSTA: L'art. 90 comma 9 lett. A del D.Lgs. 81/2008 stabilisce l'idoneità TP delle imprese affidatarie, esecutrici e lavoratori autonomi in relazione alle funzioni o lavori da affidare, con le modalità di cui all'allegato XVII. Quest'ultimo al punto 01 prevede che le imprese affidatarie comunichino al Committente o al Responsabile dei Lavori almeno il nominativo del soggetto (o soggetti) della propria impresa con le specifiche mansioni incaricati per l'assolvimento dei compiti di cui all'art. 97. Quindi i criteri per valutare da parte del Committente l'idoneità Tecnico Professionale delle imprese varino a seconda che queste siano solo imprese affidatarie o anche imprese esecutrici. Per le imprese solo affidatarie l'idoneità TP è caratterizzata dal possesso di capacità organizzative; per le imprese affidatarie ed anche esecutrici la suddetta idoneità deve tener conto altresì della disponibilità di proprie risorse umane e materiali in relazione all'opera da realizzare. (fonte commissione interpelli Ministero Lavoro interpello n. 13/2014)

Potrebbero interessarti anche:

L'IMPRESA AFFIDATARIA: ANALISI, OBBLIGHI, IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE. LAVORATORE AUTONOMO – IMPRESA FAMILIARE – IMPRESA ARTIGIANA, DALLA A ALLA Z. L'IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE DEL LAVORATORE AUTONOMO (CON MODULISTICA). F.to Redazione Tecnica ©

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica