beeb8ab97be0637c4585f632dfae590b
:: di

QUESITO: Nel caso una Ditta di lavori edili/civiliapra un nuovo cantiere nel quale opera in via esclusiva con suoi dipendenti e mezzi (es. realizzazione di una discarica di rifiuti), per tale cantiere è necessario che rediga un POS specifico oppure è sufficiente la Valutazione del rischio generica, presente in azienda?. Per “impresa esecutrice” va intesa comunque qualsiasi impresa operante in cantiere o il termine è vincolato all’esistenza di un committente?.

RISPOSTA: L’impresa esecutrice, indipendentemente dal suo ulteriore ruolo (committente, affidataria) deve redigere comunque un POS specifico (art. 96 comma 1 lettera G: “i datori di lavoro delle imprese affidatarie e delle imprese esecutrici, anche nel caso in cui nel cantiere operi una unica impresa, anche familiare o con meno di dieci dipendenti:….redigono il piano operativo di sicurezza di cui all’art. 89, comma 1 lettera h”). Peraltro la definizione di POS (art. 89 comma 1 lettera h) recita: “piano operativo di sicurezza: il documento che il datore di lavoro dell’impresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere interessato, ai sensi dell’art. 17 comma 1 lettera a), i cui contenuti sono riportati nell’allegato XV”.

(fonte: Regione Toscana – Settore Prevenzione Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro)

Potrebbero interessarti anche:

POS – IL VERBALE DI VERIFICA DEL COORDINATORE PIMUS – CHECK LIST PER IL COORDINATORE POS – FORNITURA DI CALCESTRUZZO IN CANTIERE F.to Redazione Tecnica ©

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica