:: di

Il condominio minimo è quello costituito da un numero di proprietari che può variare da un numero minimo di 2 ad un numero massimo di 5. Di seguito il quesito sottoposto da un Coordinatore che aveva qualche difficoltà ad individuare correttamente chi fosse realmente il Committente:

QUESITO

A breve mi inizierà un cantiere per il rifacimento dei prospetti esterni di edificio residenziale; tale fabbricato è considerato come “condominio minimo” in quanto non è stato nominato amministratore (circa 4 unità immobiliari con relativi comproprietaria per un totale di 6 intestatari); la mia domanda è: come Committenti sia nel mio PSC, nel POS della ditta incaricata e nella Notifica Preliminare, devo indicare tutti i proprietari che partecipano alle spese? Nel caso fosse stato nominato un amministratore pro tempore sarebbe stato indicato lui come committenza; in questo caso?.

RISPOSTA

Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 89, comma 1, lettera a) del Testo Unico per la sicurezza sul lavoro, il committente è definito come il soggetto (o i soggetti) per conto del quale (o dei quali) l’opera viene realizzata, indipendentemente dai suoi eventuali frazionamenti.

Pertanto, nel caso di un condominio ove non sia presente un amministratore che ha accettato apposita delega, tutti i condomini interessati alle lavorazioni e che dunque partecipano alle spese, sono di fatto committenti e devono essere indicati (quali persone fisiche) sia all’interno della notifica preliminare che del PSC.

Esiste comunque la possibilità (sempre per effetto dell’articolo 89, comma 1, ma lettera b) di nominare un responsabile dei lavori che, nel caso specifico dei condomini, può essere anche uno dei condomini in quanto parte legittimamente interessata al regolare svolgimento dell’opera.

È evidente che, come prevede la norma, questo incarico a responsabile dei lavori deve essere formalizzato per iscritto e deve essere accettato dal condomino individuato, in quanto si tratta di una vera e propria delega con relativo spostamento di una posizione di garanzia.

In caso ovviamente di assenza di nomina, come detto, tutti i condomini risultano essere committenti e pertanto tutti eventualmente responsabili (anche penalmente) per le eventuali irregolarità nello svolgimento dei lavori.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica