9f8a12af5addd4b135f73844d14e3aba

Il cantiere edile e il cantiere stradale rappresentano sue delle prime cinque aree di lavoro a maggior rischio di investimento degli operatori.

Questo quanto emerge dal documento INAIL – INVESTIMENTO DEI LAVORATORI IN AMBIENTI DI LAVORO che sottolinea come l’area di pertinenza dell’azienda sia il primo luogo di rischio per investimento (41%) seguito proprio dal cantiere stradale (24%), area ferroviaria (14%), cantiere edile (11%) e altri luoghi (10%).

Tutte le aree indicate sono state quindi sviluppate all’interno della pubblicazione con evidenza dei principali rischi e delle rispettive misure di mitigazione.

Un utile documento sia per i Professionisti che per la corretta informazione generale degli operatori e per tutti quei lavoratori abilitati alla guida, tra gli altri, di mezzi pesanti e pale gommate che rappresentano due delle principali tipologie a rischio.

Di seguito il collegamento alla pubblicazione:

INAIL – INVESTIMENTO DEI LAVORATORI IN AMBIENTI DI LAVORO

F.to Redazione Tecnica ©

Potrebbero interessarti anche:

COORDINATORE SICUREZZA E CANTIERI STRADALI: INTERFERENZA DEL TRAFFICO VEICOLARE.

TUTTI I RISCHI DEL CANTIERE STRADALE.

LA EN ISO 20471:2013 PER GLI INDUMENTI AD ALTA VISIBILITÀ.

       

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica