d62ce9dd73e1e18e9c83b3e3a5d5bf43
:: di

Il gruppo elettrogeno è sovente utilizzato all’interno di cantieri per sopperire all’assenza di adduzione elettrica da Ente Gestore o dall’impianto della Committenza. Oltre al rischio elettrico c’è anche da sottolineare in premessa un rischio evidente e spesso sottovalutato relativo al corretto posizionamento dello stesso al di fuori degli ambienti di lavoro. Non accade di rado che la scarsa aerazione dei locali o un posizionamento errato sull’area esterna, possa portare ristagno di aria e quindi di sostanze cancerogene emesse proprio dal gruppo elettrogeno. ritornando al rischio elettrico poniamo in evidenza la linea guida edita da ASL Milano (Autore Dott. Mauro Baldissin – Tecnico della Prevenzione) costituita da un vademecum inerente la riduzione del rischio elettrico per i gruppi elettrogeni “trasportabili”, con una  premessa normativa e la descrizione dei limiti d’uso e dei requisiti minimi di sicurezza.

Le informazioni fornite, seppur semplificate, potrebbero presentare delle difficoltà di
comprensione a quanti sprovvisti di specifica conoscenza in materia di sicurezza elettrica.
Tuttavia, il soggetto interessato può controllare l’esistenza dei requisiti di sicurezza indicati
di seguito, sia direttamente (se in grado) che indirettamente ponendo su tali requisiti di
sicurezza l’attenzione del responsabile dell’impianto elettrico.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica