e6b81a28b0d15c835e4a5a50381187e2

La presenza di lavoratori imprese straniere all’interno dell’organizzazione legata ad eventi temporanei e l’allineamento con le normative nazionali.

QUESITO

Presenza di imprese straniere, affidatarie ed esecutrici di opere con personale in cantiere – come verificare la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro delle maestranze straniere?

SVILUPPO

Personale produzione straniera impiegato generalmente per attività specializzate quali:

1.montaggio e smontaggio strutture metalliche;

2.installazione, check e disinstallazione tecnologie;

3.Organizzazione, supervisione e controllo.

Normativa Italiana prevede requisiti formativi generali e specifici e, per determinate attività ad elevato rischio sono previste specifiche abilitazioni:

–la formazione dei lavoratori impiegati da imprese straniere risponde alle specifiche normative del paese di origine, spesso però non vengono prodotti certificati di formazione;

–è diffusa l’esecuzione di importanti momenti di training specifici per ogni grande tour mondiale, ma tale attività non trova evidenze e registrazioni formali.

SOLUZIONE

Predisposizione di moduli di comparazione tra i programmi formativi delle attività formative specifiche svolte all’estero e gli standard italiani:

–PLASA Rigging Certificate – IRATA International – KINESIS Training VS Corso addetti a lavori temporanei in quota con impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante funi;

–IPAF Training o similari per conduzione attrezzature di lavoro VS Accordo Stato Regioni Attrezzature di Lavoro.

Preventiva richiesta da parte del Committente/RL alla produzione straniera di:

–Autocertificazione sotto forma di “Affidavity” circa l’avvenuta formazione generale in base agli standard Europei/Italiani;

–Documentazione integrativa per attività che richiedono specifiche abilitazioni e formazioni in tema di sicurezza;

–Elaborazione bilingue dei documenti di sicurezza del cantiere (PSC) e loro trasmissione alle maestranze straniere.

Organizzazione da parte del CSE ed RL di attività formative ed informative integrative per carenze individuate:

–Safety Book;

–materiale informativo per i lavoratori stranieri;

–Riunioni di accoglienza e informazione prima dell’inizio dei lavori.

F.to Redazione Tecnica

>contatta la redazione<

Potrebbero interessarti anche:

ENEWSPRO – COORDINATORE SICUREZZA E LAVORO NERO IN CANTIERE. DECRETO PALCHI – FORMAZIONE OPERATORI ADDETTI AL MONTAGGIO E SMONTAGGIO. ELENCO NORMATIVE LEGATE AL DECRETO PALCHI.

      

Note redazionali: bibliografia Fonte ATS Milano Città Metropolitana.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica