:: di

L’escavatore idraulico appartiene alla categoria delle cosiddette macchine movimento terra che, come indicato dalla UNI EN ISO 6165:2006, sono macchine progettate per eseguire le operazioni di scavo, carico, trasporto, spargimento e compattamento di terra e di altri materiali, per esempio durante lavori su strade, dighe, canalizzazioni e cantieri di costruzione. 

UNI EN 474

Gli escavatori idraulici sono definiti dalla UNI EN 474-5:2012 come macchine semoventi a cingoli, a ruote o ad appoggi articolati, aventi una struttura superiore (torretta), normalmente in grado di ruotare di 360°, che supporta un braccio escavatore, progettate principalmente per scavare con una cucchiaia o una benna, senza muovere il carro durante il ciclo di lavoro. Andiamo a valutare gli escavatori ad appoggi articolati.

L’escavatore è pertanto costituito da un corpo basso (carro) nel quale sono posizionati gli organi per il movimento della macchina sul piano di campagna, e da una struttura superiore (torretta) in genere in grado di ruotare di 360° rispetto al corpo base, che supporta un cinematismo a braccio e nella quale si trovano il motore, la postazione di guida e di comando dell’utensile lavoratore.

Il cinematismo del braccio, chiamato braccio escavatore, può essere di tipo articolato o telescopico. Questa macchina è principalmente progettata per scavare, caricare e scaricare il materiale per mezzo di una benna, tuttavia l’escavatore idraulico è una macchina relativamente versatile che può essere impiegata in diversi contesti produttivi sostituendo l’utensile lavoratore montato sul braccio.

UTILIZZO

L’escavatore trova ampia applicazione in numerose lavorazioni tipiche del settore delle costruzioni; infatti, se al posto della benna sono montate speciali attrezzature, possono essere impiegati per svariati usi, quali ad esempio per:

  • lavori di demolizioni (con la cesoia idraulica/martellone);
  • movimentazione di rottami (con il ragno);
  • movimentazione di traversine e rotaie (con la pinza);
  • il sollevamento di materiali (con il gancio da apparecchio di sollevamento, in genere applicato alla benna);

Gli escavatori possono essere distinti ad esempio in base a:

  • peso;
  • potenza idraulica e del motore;
  • caratteristiche geometriche del braccio e conseguentemente alla capacità di lavorodella benna di scavo.

ESCAVATORE GOMMATO ED ESCAVATORE CINGOLATO

Gli escavatori cingolati possono essere di dimensioni molto variabili, con una gamma che parte da escavatori di grandi dimensioni fino a escavatori di piccolissime dimensioni; per gli escavatori gommati, la gamma dimensionale è leggermente meno ampia di quelli cingolati.

IL MINIESCAVATORE

La norma UNI EN 474:2012 definisce l’escavatore compatto, chiamato miniescavatore, come l’escavatore a raggio minimo di rotazione e con massa operativa minore o uguale a 6000 kg.  L’escavatore a raggio minimo è un escavatore che consente di operare in spazi ristretti, avente struttura superiore (torretta) con un ridotto raggio di rotazione; tale raggio non supera il
120% della larghezza del carro.

CAPACITA’ DI CARICO

La capacità nominale di carico di un escavatore si traduce nella dimensione massima possibile della benna ed è determinata dalla potenza idraulica dell’impianto e dal carico nominale
di ribaltamento nella posizione più sfavorevole (massimo sforzo possibile senza il rischio di ribaltamento della macchina).

In caso di utilizzo dell’escavatore come apparecchio di sollevamento per la movimentazione dei carichi, la capacità nominale di carico dipende dai fattori di stabilità, che determinano la portata massima dell’escavatore nelle condizioni più sfavorevoli.

Per l’uso dell’escavatore con questo assetto deve essere disponibile, presso il posto operatore, il diagramma di carico fornito dal fabbricante nel quale sono riportate le capacità nominali di movimentazione dei carichi per le varie configurazioni previste, riportate anche nel manuale di istruzioni della macchina.

Diagramma di lavoro

Il fabbricante fornisce le indicazioni, attraverso tabelle e diagrammi, relative al campo di azione del braccio escavatore con benna nelle varie posizioni possibili (altezze, distanze e profondità di scavo). Il fabbricante fornisce indicazioni analoghe anche per gli eventuali diversi accessori utilizzabili.

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica