:: di

Datore di Lavoro e lavoratore autonomo: la Suprema Corte si esprime nel caso di un collaboratore qualificato di un sub-appaltatore e gli obblighi in capo a quest’ultimo; qual è il confine del nesso causale che può comportare o meno la pena verso un Datore di Lavoro. Questi i temi principali affrontati nella nuova sentenza 11711/2017 (Sez. IV) della Cassazione.

FATTO

Durante lavori di realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti (affidati ad una ATI) la Ditta C. aveva ricevuto come sub-appalto le opere di fornitura e posa di infissi industriali e per tale operatività si era avvalsa della collaborazione del lavoratore autonomo CI.G. concedendogli l’uso di un trabattello necessario per il completamento del lavoro.

https://youtu.be/R_7klYkL_WU

Lo stesso lavoratore autonomo durante lo stazionamento sull’ultimo piano del trabattello (unitamente ad altro dipendente della Ditta C.), precipitava a terra riportando lesioni gravissime e successivo decesso.

La caduta avveniva a causa del mancato utilizzo di DPI necessari a evitare l’infortunio mortale originato da uno sbilanciamento dell’operatore causato dall’urto del trabattello con bobcat in transito in prossimità di quest’ultimo (la posizione del guidatore del bobcat è stata giudicata in modo separato con rito ex art. 444 c.p.p.).

Gli imputati (Titolari) della Ditta C. sub-appaltatrice, che si era avvalsa della collaborazione del lavoratore

NON SEI REGISTRATO
OPPURE
SEI REGISTRATO CON LEVEL FREE?
ACQUISTA IL TUO ACCOUNT LEVEL PRO



SEI GIÀ REGISTRATO CON LEVEL PRO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI

SEI GIÀ REGISTRATO CON LEVEL PRO MA NON RICORDI LA PASSWORD? RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


 

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica