8a1b9ed7b6be375be64398aab7265bd6
:: di

E’ la Norma UNI 8088 che classifica le coperture in base alla pendenza in essere o progettata. Per la progettazione di sistemi anticaduta – “linee vita” abbiamo trattato l’importanza del rilievo dell’edificio (per interventi su immobili esistenti) per quanto concerne la valutazione nelle distanze di caduta:

LINEE VITA – TIPOLOGIA ED ANALISI DELLE DISTANZE DI CADUTA

Vediamo quindi in modo schematico come la norma UNI suddivide le coperture e quali dispositivi possono essere previsti:

COPERTURE ORIZZONTALI O SUB ORIZZONTALI “TIPO A”

Sono caratterizzate da pendenza che può variare da 0° (coperture piane o orizzontali) fino ad un massimo di 15°. All’interno di tali coperture possono essere previsti dispositivi UNI:

  • 517 tipo A e B;
  • 795 classe A1 e A2;
  • 795 C;
  • 795 D.

COPERTURE INCLINATE “TIPO B”

Nei casi in cui la richiamata pendenza superi i 15° fino ad arrivare ai 50° possono essere previsti dispositivi UNI:

  • 517 tipo A e B;
  • UNI 795 classe A1 e A2;
  • 795 C;
  • 795 D;
  • 353.1;
  • 353.2.

COPERTURE FORTEMENTE INCLINATE “TIPO C”

Tutte le tipologie ove la pendenza di falda sia superiore al 50%; la particolarità di queste coperture sta nel fatto che a prescindere dalla scelta progettuale dei dispositivi UNI:

  • 517 tipo A e B;
  • 795 classe A1 e A2;
  • 795 D;
  • 353.1;
  • 353.2;

il lavoratore opererà mediante uso di funi in sospensione, dovendo quindi essere formato in modo specifico per tale operatività (art. 116 del D.Lgs. 81 del 2008), oltre alla formazione necessaria per le lavorazioni in quota a mezzo di sistemi anticaduta – linee vita.

 

bibliografia e foto: coperturasicura

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica