:: di

Analizziamo la sentenza n. 2335/2018 della Sezione IV della Corte di Cassazione, dove si affronta l’aspetto relativo al DVR nei lavori in quota ed una corretta valutazione dei rischi in capo al datore di lavoro, che consente la previsione di DPC o DPI in base alle risultanze di detta analisi.

IL FATTO

Durante i lavori in quota relativi alla manutenzione impiantistica su un palo di legno, lo stesso cedeva alla base generando la caduta dell’operatore che si era posizionato su di esso per mezzo di DPI ed attrezzature atte a lavorare ed assicurarsi direttamente sulla struttura; la caduta avvenuta da un’altezza di 4/5 mt. generava sul lavoratore lesioni multiple.

https://youtu.be/zB0Tc2UVWCE

 

SEI GIÀ REGISTRATO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI


SEI GIÀ REGISTRATO MA NON RICORDI LA PASSWORD?
RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


NON SEI REGISTRATO?
CREA IL TUO ACCOUNT

  • Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy e ACCONSENTO al trattamento dei miei dati per finalità di marketing. Cliccando "REGISTRATI" dichiaro di aver letto ed accettato i Termini d'uso. LEGGI I TERMINI D'USO

     

    ©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
    F.to Redazione Tecnica