:: di

Analizziamo parte della Sentenza 4486/2021 Sez. IV della Corte di Cassazione per la parte relativa alle responsabilità di un Committente per non aver dato seguito alla nomina di un Coordinatore Sicurezza all'interno di un cantiere dove si è poi originato un infortunio mortale.

Veniva condannato in primo grado dal Tribunale di Matera, pena poi confermata dalla Corte d'appello di Potenza, GC per omicidio colposo in cooperazione colposa tra due imputati, a seguito della violazione delle norme sulla sicurezza lavoro. 

https://youtu.be/f2yQrOkTti8

IS, operaio deceduto, stava installando dei fogli di materiale plastico su una delle finestre dell'edificio, posta al terzo piano, tramite il ponteggio esterno da cui cadeva, in mancanza del parapetto di sicurezza.  A GC, nella sua qualità di committente, veniva imputata la mancata nomina del Coordinatore Sicurezza, condotta omissiva che è collegata

SEI GIÀ REGISTRATO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI


SEI GIÀ REGISTRATO MA NON RICORDI LA PASSWORD?
RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


NON SEI REGISTRATO?
CREA IL TUO ACCOUNT

  • Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy e ACCONSENTO al trattamento dei miei dati per finalità di marketing. Cliccando "REGISTRATI" dichiaro di aver letto ed accettato i Termini d'uso. LEGGI I TERMINI D'USO

    ©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
    F.to Redazione Tecnica