carotatrici
:: di

Le carotatrici sono macchine dotate  di un utensile di perforazione diamantato ed è utilizzata per eseguire perforazioni su pareti, pavimenti e solai realizzati con calcestruzzo, pietra naturale o altri materiali da costruzione di origine minerale. L’unità di perforazione è montata su un piedistallo trasportabile che deve essere fissato alla superficie da forare.
L’unità di perforazione è dotata di un mandrino porta utensile e, in genere, di un sistema di alimentazione dell’acqua per il raffreddamento dell’utensile; l’avanzamento di perforazione può essere a comando manuale oppure motorizzato.
Il motore dell’unita di perforazione può essere a combustione interna, elettrico, pneumatico o idraulico: la presente scheda tratta le carotatrici su piedistallo, a funzionamento elettrico con avanzamento manuale dell’unità di perforazione sulla colonna.

Carotatrici - PIEDISTALLO

  • Il piedistallo include tutti i dispositivi per il suo posizionamento e per il fissaggio dell’unità di perforazione, in particolare:
    basamento, comprensivo dei mezzi per il fissaggio in posizione di lavoro, tramite ad esempio tasselli;
  • colonna, dotata di mezzi per guidare l’unità di perforazione ed estrazione della carota.

https://www.cantierepro.com/shop/lavoro-nero-in-cantiere-rischi-conseguenze-coordinatore-sicurezza-ebook-de-filippo

Colonna

La colonna, attraverso la quale è possibile stabilire la profondità e l’inclinazione del foro, è collegata al basamento attraverso le viti di fissaggio e il supporto di sicurezza (asta stabilizzatrice), che collega il basamento alla colonna, per dare maggiore rigidità al piedistallo.
La colonna è dotata di cremagliera, per lo scorrimento dell’unità di perforazione; sulla colonna sono indicati sistemi di graduazione per regolare la profondità e l’inclinazione di perforazione. In genere, la colonna può essere inclinata fino a un massimo di 45° e fissata in posizione con l’ausilio degli appositi bulloni.

Basamento

Il basamento garantisce la stabilità della macchina e consente di installare la colonna in posizione verticale, attraverso i relativi bulloni di regolazione; esso può essere fissato a terra oppure su una parete, ad esempio con l’uso di tasselli. In genere, le carotatrici prevedono anche la possibilità di effettuare il fissaggio “a valvola”, con l’uso di un apposito supporto/guarnizione situato sotto il basamento: la guarnizione permette di creare il vuoto tra il basamento e la superficie di appoggio con l’uso di una pompa, comandata dalla “valvola del vuoto” situata sotto l’impugnatura.

perforatrici su colonna

perforatrici su colonna

Il basamento è, in genere, dotato di adeguate impugnature (punti di sollevamento) per la sua movimentazione e trasporto, durante il posizionamento, come previsto dalla norma tecnica UNI EN 12348, relativa alla sicurezza delle carotatrici su piedistallo, per le carotatrici di massa superiore a 25 kg. Solitamente il basamento è inoltre dotato di ruote supplementari per agevolarne gli spostamenti nell’area di lavoro.

Supporto dell’unità di perforazione

L’unità di perforazione è montata sulla colonna mediante una piastra/supporto, che garantisce la sua stabilità e la regolazione della perforazione. Il supporto è connesso alla colonna ed è dotato di dispositivi, in genere due livelle “a bolla”, per il suo livellamento sia in posizione verticale sia in posizione orizzontale. L’avanzamento della perforazione è determinato dallo scorrimento sulla colonna, mediante la cremagliera; in genere, l’avanzamento avviene manualmente agendo gradualmente sulla relativa maniglia/leva.

https://www.cantierepro.com/shop/adesso-si-credo-alla-prevezione-cartello-a3-forex-alluminio

UNITA' DI PERFORAZIONE DELLE CAROTATRICI

L’unità di perforazione comprende tutti i componenti necessari per la perforazione; è fondamentalmente costituita dal motore (trapano motore) dotato di un utensile di perforazione ad esso collegato tramite il relativo mandrino porta utensile. All’unità di perforazione è collegato, tramite un giunto, il tubo del circuito di alimentazione dell’acqua, di raffreddamento dell’utensile e per l’abbattimento delle polveri. Qualora la perforazione debba essere eseguita a secco, è possibile collegare, tramite un raccordo, il tubo di un sistema di aspirazione delle polveri, per i carotaggi a secco.

unità di perforazione carotatrici

unità di perforazione carotatrici

SEI GIÀ REGISTRATO?
ENTRA CON LE TUE CREDENZIALI


SEI GIÀ REGISTRATO MA NON RICORDI LA PASSWORD?
RECUPERA PASSWORD

Please enter your email address.
Riceverai un'email con un link per generare una nuova password.


NON SEI REGISTRATO?
CREA IL TUO ACCOUNT

  • Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy e ACCONSENTO al trattamento dei miei dati per finalità di marketing. Cliccando "REGISTRATI" dichiaro di aver letto ed accettato i Termini d'uso. LEGGI I TERMINI D'USO

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica