71148e02441b5e20c95a2b75658c3b9e
:: di

Sulla necessità  di aggiornamento del POS già prodotto in sede di affidamento dell’appalto evidenziamo il quesito inviato al Settore Igiene e Sicurezza nei luoghi di lavoro della Regione Toscana, inerente opere in appalto di manutenzione continuativa a reti, nel caso di interventi in regime d’urgenza:

QUESITO

Lavori relativi a contratti di appalto per la manutenzione della rete idrica e fognaria per i quali è stato redatto il PSC, quale parte integrante del contratto.

Sono stati nominati il CSP e il CSE ed è stato redatto un POS generale da parte dell’impresa prima della consegna dell’appalto.

Nel caso di interventi per riparazioni in urgenza delle suddetti reti si chiede se per ogni cantiere mobile urgente sia:

  • necessario integrare il POS consegnato prima dell’appalto?;
  • sufficiente richiamare il POS generale nel caso quest’ultimo contempli la casistica delle lavorazioni in atto. 

La domanda è riferita anche a lavori per realizzazione dei nuovi allacciamenti alle reti.

RISPOSTA

Nei casi esposti, se i lavori oggetto dell’intervento sono stati presi in considerazione nel POS “generale” inteso come insieme di procedure di sicurezza dei singoli lavorii, non è necessario apportare integrazioni.

Si deve comunque, prima dell’inizio di ciascun intervento, indicare la parte specifica a cui fare riferimento.

Diversamente, se i lavori non sono stati presi in considerazione deve essere redatto un nuovo POS.

 

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica