5833bb183d15f1475a95624041f36c0b

Con l’avvicinarsi del termine della “norma transitoria” (22.02.2015) andiamo ad analizzare la situazione inerente il “patentino” per i conduttori di gru.

Premesso che a livello normativo l’art. 71 del D.Lgs. 81/2008 prevede l’obbligo di formazione “adeguata e specifica” del lavoratore incaricato, è con l’Accordo Stato Regioni del 22.02.2012 che per le seguenti attrezzature:

1. Piattaforme di lavoro mobili elevabili;

2. Gru a torre;

3. Gru mobile;

4. Gru per autocarro;

5. Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo;

6. Carrelli semoventi con braccio telescopico;

7. Carrelli industriali semoventi;

8. Carrelli/sollevatori/Elevatori semoventi telescopici rotativi;

9. Trattori agricoli o forestali;

10. Macchine movimento terra;

11. Pompa per calcestruzzo;

si definiscono:

soggetti formatori;

i requisiti minimi e la durata della formazione;

obbligo di aggiornamento.

Per quest’ultimo punto la norma prevede il rinnovo dell’abilitazione (ogni 5 anni) tramite un corso almeno di 4 ore di cui 3 di tipo “moduli pratici”.

La durata del corso abilitante è pari a 16 ore suddivise tra i seguenti moduli: normativo, pratico, tecnico.

Per tutti gli operatori che nel periodo antecedente all’Accordo avessero svolto corsi di formazione sul tema, era comunque stata prevista la possibilità di integrare la formazione pregressa con moduli abilitanti più “snelli” rispetto al Corso abilitante di cui sopra.

Ritornando alla Norma Transitoria appunto, questa era stata adottata per ottemperare a tali obblighi e permettere ai Datori di Lavoro di poter aggiornare la formazione del proprio personale addetto alla movimentazione di gru e quindi a partire dal 23.02.2015, il Coordinatore potrà/dovrà verificare in via preliminare che l’addetto incaricato, indicato dal Datore di Lavoro all’interno del P.O.S., abbia il “Patentino” e la formazione così come indicata nell’Accordo Stato Regioni.

(RIPRODUZIONE VIETATA)

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica