640c317459909d7b26c68b0cb7b7a51d

La Commissione Interpelli del Ministero del Lavoro si esprime nuovamente sul tema della formazione dei lavoratori tramite percorsi in e-learning/nuove tecnologie, visto il quesito posto da Assobiomedica sulla possibilità di “erogare ai lavoratori formazione specifica in modalità e-learning o comunque tramite strumenti tecnologici che consentano l’interazione – seppur a distanza – tra docenti e discenti”.

La Commissione del Ministero del Lavoro richiama l’Accordo Stato-Regioni del 21.12.2011 che indica al punto 3 la possibilità di fornire formazione generale via e-learning ai lavoratori escludendo quindi la possibilità di fornire formazione specifica, sulla base dei criteri di cui all’Allegato I dell’Accordo Stato-Regioni richiamato.

Da tale esclusione si eccettuano “progetti formativi sperimentali, eventualmente individuati da Regioni e Province Autonome nei loro atti di recepimento del seguente accordo (Accordo Stato-Regioni del 21.12.2011 ndr.) che prevedano l’utilizzo delle modalità di apprendimento in e-learning anche per la formazione specifica dei Lavoratori e dei Preposti”.

L’adempimento di garanzia della formazione deve essere ottemperato dal Datore di Lavoro secondo quanto previsto dall’art. 37 comma 1 del D.Lgs. 81/2008.

Il testo integrale dell’Interpello è disponibile nell’area download dell’articolo.

Potrebbero interessarti anche:

INTERPELLO: formazione ADDETTI montaggio PONTEGGIO (esoneri).

INTERPELLO: Validità corsi e-learning per Addetti primo Soccorso

Foto copertina copyright cantierepro.it

(RIPRODUZIONE VIETATA A FINI COMMERCIALI DIRETTI O INDIRETTI PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE – E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE A FINI INFORMATIVI CON OBBLIGO DI COLLEGAMENTO ALL'ARTICOLO E CITAZIONE DELLA FONTE)

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica