215228de318b36e88f0ae45a8ca7f350

Quando si applica il Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 per lavori stradali e quando è necessaria la nomina del Coordinatore Sicurezza? Due quesiti rivolti alla Regione Toscana ci aiutano a fare chiarezza.

INTERPELLO “A”

Riportiamo l’interpello pubblicato dalla Regione Toscana, in merito al campo di applicazione del titolo IV D.Lgs. 81/2008 per i lavori stradali. Nello specifico in base alla definizione di “cantiere temporaneo o mobile” (art. 89 comma 1 – lettera a) e all’elenco dei lavori edili di ingegneria civile di cui all’Allegato X, gli interventi di segnaletica stradale orizzontale e verticale (ripristino e/o tracciatura ex novo) per:

*strisce di margine, separazione sensi di marcia, delimitazione corsie, arresto;

*strisce attraversamento pedoni;

*delimitazione spazi auto;

*montaggio cartelli e paline stradali;

*altre operatività simili;

rientrano nel campo di applicazione del Titolo IV del D.Lgs. 81/2008 rientrando altresì nella definizione di “cantiere” sopra richiamata, valutata anche la ridotta estensione degli stessi senza delimitazione fisica e con adeguata segnaletica identificativa.

Nella risposta viene confermato che i lavori descritti rientrano all’interno della definizione di “cantiere” e dell’Allegato X; pur essendo lavori puntuali, rapidi e limitatamente impegnativi da un punto di vista tecnologico, costituiscono comunque un impegno di programmazione e di progettualità di “buon livello” visti anche i rischi cui possono essere esposti gli addetti.

INTERPELLO “B”

Viene altresì richiesto chiarimento in merito all’obbligo di nomina di Coordinatore Sicurezza in fase di Progettazione per interventi di segnaletica stradale orizzontale e verticale, nell’ipotesi di n. 2 imprese che intervengono in tempi successivi sulla medesima macro area.

La condizione prevede l’apertura di più “micro cantieri” che insistono per il solo periodo temporale della tracciatura, seppur insistenti nel medesimo appalto, anche in condizioni di “pronto intervento”.

Nella risposta viene indicato chiaramente che tutti i lavori da eseguire in ogni cantiere (indipendentemente dalle sue dimensioni) devono essere considerati parte integrante di un unico cantiere che insiste nell’area oggetto dell’appalto, costituito appunto dall’insieme di numerose lavorazioni che avvengono in aree ed in tempi diversi, secondo una programmazione decisa dal Committente o definite in base alle urgenze, comunque legate all’oggetto dell’appalto e quindi dell’opera nella sua interezza.

Nella considerazione che l’opera viene attuata attraverso due o più imprese, anche se non contemporaneamente, il Committente ha l’obbligo di nomina del Coordinatore Sicurezza e quindi l’attivazione di tutte le norme di riferimento per questa casistica (PSC, POS, ecc).

Nel download il testo integrale dell’Interpello e relative risposte.

F.to Redazione Tecnica ©

Potrebbero interessarti anche:

TUTTI I RISCHI DEL CANTIERE STRADALE. COORDINATORE SICUREZZA E CANTIERI STRADALI: INTERFERENZA DEL TRAFFICO VEICOLARE. COORDINATORE SICUREZZA E CANTIERI STRADALI: CLASSIFICAZIONE DELLE STRADE.

      

©CANTIEREPRO.COM TUTTI I DIRITTI RISERVATI. RIPRODUZIONE CONSENTITA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE
F.to Redazione Tecnica