ADDETTI AI LAVORI > COORDINATORE PER LA SICUREZZA

Fuorisalone 2016: la sicurezza non è di tendenza.

09 May 16

Fonte: www.asl.milano.it

Dal 4 al 18 aprile 2016 il personale del Servizio PSAL di ATS Milano città Metropolitana ha effettuato diversi controlli nei luoghi in cui venivano allestite le installazioni del “FUORISALONE 2016”. Gli interventi sono stati volti a verificare la corretta applicazione della normativa prevenzionale e, quindi, ad evitare infortuni sul lavoro o malattie professionali. Grazie alla stretta collaborazione con la Polizia Locale del Comune di Milano è stato possibile ampliare l’attività di controllo anche al contrasto del lavoro nero o irregolare e all’immigrazione clandestina. I risultati dell’attività ispettiva hanno evidenziato come l’attenzione per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori in questo settore sia ancora troppo bassa. La totalità dei cantieri ispezionati è risultata non in regola con la normativa di salute e sicurezza. In particolare è diffusa l’elusione degli obblighi di sorveglianza sanitaria e di formazione dei lavoratori sulle sicure modalità di lavoro e l’impiego di attrezzature di lavoro o opere provvisionali non conformi ai requisiti di legge, con la conseguente presenza di gravi rischi, in particolare di caduta dall’alto. Rilevanti anche le inosservanze da parte dei committenti delle opere e dei Coordinatori per la sicurezza, che hanno riguardato la tardiva e approssimativa progettazione e pianificazione dei lavori e, quindi, la mancanza di un corretto coordinamento della sicurezza tra le diverse attività.

 

In tema di regolarità contributiva sono state identificate due persone prive di regolare contratto di lavoro, e quindi in nero. Inoltre si è rilevato il crescente, e preoccupante, ricorso ad appalti irregolari in favore di lavoratori autonomi, eludendo di fatto la normativa di salute e sicurezza riferita a lavoratori dipendenti.

 

ATS Milano, che da anni ha attivato uno specifico progetto di prevenzione e controllo rivolto al settore delle manifestazioni temporanee, auspica l’intervento dei soggetti organizzatori e delle amministrazioni patrocinanti per una capillare informazione a Committenti e imprese esecutrici sulla sicurezza del lavoro, ad evitare infortuni sul lavoro o malattia professionali.

   

RIASSUNTO ATTIVITA' DI VIGILANZA DELLA ATS DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO

Ispezionati 10 cantieri

Emesse prescrizioni per tutti gli accessi ispettivi ( 100% dei cantieri non a norma)

Rilevanti inadempienze dei committenti circa la valutazione delle idoneità tecnico professionali delle imprese

Inadempienze dei coordinatori per la sicurezza in merito alla valutazione dei POS delle imprese e la vigilanza sulla sicurezza durante i lavori

Rilevanti violazioni per l’omessa sorveglianza sanitaria e la mancata formazione dei lavoratori

Indiscriminato utilizzo di scale per lavori in quota e trabattelli non allestiti secondo la regola dell’arte

Accertata la presenza di 2 lavoratori in nero in un cantiere ( procede la polizia locale)

Segnalati all’ispettorato casi di utilizzo di “lavoratori autonomi” equiparati a lavoratori dipendenti con conseguente inquadramento nel D.Lgs. 81/2008 ( situazione molto diffusa e che determina elusioni nell’applicazione della norma e aumenta il rischio interferenziale)

 

Potrebbero interessarti anche:

WWW.IN-SICUREZZA.EU 

schede di sintesi Decreto Palchi (Manifestazioni Fieristiche e Spettacoli)

 

Decreto Palchi – documentazione "di cantiere" obbligatoria.

 

Spettacoli ed eventi temporanei – obblighi in materia di sicurezza sul lavoro.

 

 (RIPRODUZIONE VIETATA A FINI COMMERCIALI DIRETTI O INDIRETTI PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE - E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE A FINI INFORMATIVI CON OBBLIGO DI COLLEGAMENTO ALL'ARTICOLO E CITAZIONE DELLA FONTE)

Note redazionali: si prega di visionare la data di pubblicazione dell’articolo, le eventuali norme richiamate potrebbero essere superate.

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: SICUREZZA MILANO CANTIERI