CANTIERE > ATTREZZATURE VARIE

Uso del legname nelle opere provvisionali.

05 September 17

L’utilizzo del legname per allestimento di opere provvisionali accessorie alla normale vita di cantiere si era in parte ridotto dai primi anni duemila dove in un lasso di tempo relativamente breve i sistemi prefabbricati avevano sostituito la predisposizione di opere con l’uso del legno.

A seguito della lunga crisi in atto nel settore le imprese medio piccole stanno riproponendo all’interno dei cantieri l’uso esteso di tale materiale, nell’ottica di una riduzione dei costi e conseguente aumento del margine di ricavo, sfruttando spesso ciò che era stato accantonato nei magazzini.

Passerelle, andatoie, intavolati e parapetti in legno sono così tornati ad avere nuova vita ma come ogni materiale che necessita di un’opera di montaggio, la perdita di know-how da parte degli operatori unita alla vetustà del materiale in uso, può comportare gravi conseguenze.

Per quanto concerne le passerelle e le andatoie, è necessario aprire una breve parentesi sulla loro differenza; la passerella è un ponte in legnale o struttura metallica atto al transito di veicoli leggeri e/o pedoni mentre l’andatoia è una rampa inclinata dotata di grossi listelli chiodati sulla superfice di transito atti ad evitare lo scivolamento, che va a collegare diversi palchi o tavolati di un ponte.

Le caratteristiche di queste ultime sono normate all’interno del D.Lgs. 81 del 2008 all’art. 130 “Andatoie e passerelle” che recita:

“1. Le andatoie devono avere larghezza non minore di m 0,60, quando siano destinate soltanto al passaggio di lavoratori e di m 1,20, se destinate al trasporto di materiali. La loro pendenza non deve essere maggiore del 50 per cento.

2. Le andatoie lunghe devono essere interrotte da pianerottoli di riposo ad opportuni intervalli; sulle tavole delle andatoie devono essere fissati listelli trasversali a distanza non maggiore del passo di un uomo carico.”

Il rispetto di dette caratteristiche è in capo ai datori di lavoro e dirigenti per cui è prevista una sanzione di tipo penale con “arresto sino a due mesi o ammenda da 548,00 a 2.192,00 euro”.

Le andatoie o passerelle sono costituite da intavolati aventi specifiche caratteristiche indicate all’interno dell’Allegato XVIII del D.Lgs. 81/2008 che riportiamo in sintesi:

*le fibre del legname utilizzato devono essere parallele all’asse dell’intavolato;

*lo spessore minimo di cm. 4 deve essere comunque adeguato alla natura e consistenza del carico transitante;

*la larghezza minima della tavola non deve essere inferiore a 30 cm.;

*non devono essere presenti nella tavola dei nodi passanti che possano ridurre a più del 10% la sezione di resistenza;

*le tavole non devono presentare parti a sbalzo e devono poggiare almeno su tre traversi;

*le estremità devono essere soprapposte per non meno di cm. 40 in corrispondenza di un traverso;

*deve essere garantita la tenuta delle tavole ad eventuali spostamenti casuali e le stesse, con esclusione di un distacco di 20 cm. Consentito dal fabbricato per opere di finitura, devono essere ben accostate tra loro e con l’opera;

*le tavole esterne devono essere a contatto con montanti.

Le andatoie e passerelle devono essere dotate di parapetti nei lati esposti al rischio caduta (altezza dal piano di servizio sottostante maggiore di mt. 2) così come stabilito dall’art. 126 del D.Lgs. 81 del 2008; il mancato rispetto di tale requisito comporta sanzioni di natura penale per datore di lavoro o dirigente con “arresto fino a sei mesi o ammenda da 2.740,00 a 7.014,40 euro”; le caratteristiche tecniche del parapetto sono indicate all’interno dell’Allegato XVIII: “Il parapetto di cui all’articolo 126 è costituito da uno o più correnti paralleli all’intavolato, il cui margine superiore sia posto a non meno di 1 metro dal piano di calpestio, e di tavola fermapiede alta non meno di 20 centimetri, messa di costa e poggiante sul piano di calpestio… Correnti e tavola fermapiede non devono lasciare una luce, in senso verticale, maggiore di 60 centimetri… Sia i correnti che la tavola fermapiede devono essere applicati dalla parte interna dei montanti”.

Potrebbero interessarti anche:

SEGNALETICA DI SICUREZZA - NORME BASE E CHIARIMENTI

IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA

DPI - LE CATEGORIE E LA CONSEGNA AL LAVORATORE

 

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

 

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

 

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: LEGNAME OPERE PROVVISIONALI ANDATOIE PASSERELLE CANTIERE SICUREZZA 81