post

ADDETTI AI LAVORI > ONERI PER LA SICUREZZA

Oneri aziendali della sicurezza - determinazione parametro di verifica.

12 March 15

Abbiamo già trattato nell’articolo “Oneri Aziendali della sicurezza e Costi della sicurezza. Analisi-differenze-procedure” la diversificazione tra i diversi tipi di oneri/costi rientranti all’interno di affidamento di lavori.

Il calcolo degli Oneri Aziendali della sicurezza deve rispondere all’impegno dell’Operatore Economico relativamente all’opera per cui lo stesso ha presentato/presenta l’offerta; detti Oneri dovranno essere verificati in base alla congruità rispetto appunto al lavoro da affrontare, nell'ambito del procedimento di verifica dell'anomalia ai sensi dell'art 87 del D.lgs. 163/2006. Tale verifica spetta alla Stazione AppaltanteRUP.

Riportiamo sotto le indicazioni estrapolate dal documento “VERIFICA DI CONGRUITA' DEGLI ONERI AZIENDALI DELLA SICUREZZA NEI CONTRATTI DI LAVORI PUBBLICI: PRIME INDICAZIONI OPERATIVE” pubblicato da ISTITUTO PER L'INNOVAZIONE E TRASPARENZA DEGLI APPALTI E LA COMPATIBILITA’ AMBIENTALE - CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME, relativamente al metodo di valutazione e verifica di congruità nell’ambito del procedimento di verifica dell’anomalia dell’offerta – determinazione del parametro convenzionale di verifica:

“… nell’ambito di un procedimento di verifica dell’offerta anomala la stazione appaltante/il Rup ha l'onere di valutare la congruità dell'importo indicato dal miglior offerente rispetto all’entità ed alle caratteristiche del lavoro. La verifica di congruità degli oneri della sicurezza viene svolta tramite la formula di seguito riportata. Tale formula consente la determinazione di un parametro convenzionalmente stabilito di incidenza degli oneri aziendali rispetto alle spese generali presunte dell’operatore economico. La valutazione di congruità avviene pertanto tramite il confronto di tale parametro con l’importo della sicurezza indicato.

La stazione appaltante procederà alla verifica di congruità attraverso l’utilizzo della formula sottoesposta che consente la determinazione del parametro Oneri Aziendali Presunti da assumere a riferimento per la verifica di congruità degli oneri indicati in offerta.

Di seguito si fornisce la formula suddetta con la relativa legenda:

OAP: Oneri Aziendali Presunti

OTSA: Incidenza Oneri totali della sicurezza aziendale storici presunti

IOSA: Importo offerto specifico appalto

ISO: Importo sicurezza offerto

OAP = (OTSA) x (IOSA)

La formula proposta presuppone una stima convenzionale degli OTSA da parte della stazione appaltante variabile tra il 3% e il 5% delle spese generali sostenute dall’operatore economico, queste ultime valutate pari ad una percentuale variabile tra il 13% e il 17% ai sensi dell’art. 32 c.2 del D.P.R. 207/2010.

OTSA = 3%÷5% del (13%÷17% )

Se ISO risulta superiore/coincidente ad OAP si attesta ragionevolmente la congruità degli oneri indicati rispetto all’offerta, con la conseguente conclusione positiva della procedura di verifica della congruità. Per comodità viene fornita una matrice riportante dei coefficienti corrispondenti alle diverse combinazioni possibili sulle percentuali sopra indicate.

 

Tabella 1: coefficienti OTSA potenziali

 

13%

15%

17%

3%

0.0039

0.0045

0.0051

4%

0.0052

0.0060

0.0068

5%

0.0065

0.0075

0.0085

 

Qualora invece la stazione appaltante riscontrasse uno scostamento dell'ISO significativo in diminuzione (>2%) rispetto ad OAP, richiederà per iscritto nei termini di cui all’art. 88 c. 1 del Codice (o secondo la tempistica prevista nel disciplinare di gara o nella lettera di invito sopra richiamate) all'operatore economico contestualmente la compilazione della Tabella degli oneri di cui all'allegato 1 e la presentazione dei giustificativi relativi agli importi ivi indicati al fine di proseguire nell'iter di verifica di congruità degli oneri della sicurezza aziendali attraverso l'analisi di dettaglio dei giustificativi forniti.

Sia in caso di esito positivo che in quello di esito negativo della verifica, la stazione appaltante procederà al completamento della verifica dell’anomalia dell’offerta, con riguardo alle altre voci di prezzo concorrenti a formare l’offerta.

Nota bene: Si rileva che in caso di raggruppamento temporaneo d'impresa il controllo da parte della stazione appaltante è svolto sempre sull'importo totale offerto degli oneri; le eventuali giustificazioni saranno presentate dalla mandataria, che dovrà correttamente raccogliere tutte le giustificazioni necessarie delle mandanti. Gli importi indicati dai componenti il raggruppamento dovranno giustificare l'importo totale sicurezza offerto e potranno essere percentualmente anche non corrispondenti alle percentuali indicate in sede di offerta per l'esecuzione delle lavorazioni. La procedura sopra riportata si applica per quanto compatibile a tutti i soggetti di cui all’art. 34 del codice dei contratti, d.lgs. 163/2006, qualora l’appalto, pur facendo riferimento ad un unico concorrente, sia eseguito da più operatori economici, i quali possono sostenere singolarmente i relativi oneri per la sicurezza….”.

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: ONERI SICUREZZA SICUREZZA