post

CANTIERE > COPERTURE

Linee vita su beni vincolati.

27 July 15

Riportiamo di seguito il chiarimento rispetto agli interventi di progettazione su beni vincolati, fornito dalla Regione Toscana, D.G. Diritti di cittadinanza e coesione sociale, Settore Prevenzione Igiene e Sicurezza sui luoghi di lavoro, che ne coordina l'attività (ing. Irene Chirizzi), affidata agli operatori dell'Azienda USL10 (coordinati da dr. Maurizio Baldacci) di Firenze per il sistema editoriale, all'. Arch. Roberto Angioni  e arch. Ilaria Saratti per conto della Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto per la parte dei contenuti, previa validazione da parte della Regione Toscana coadiuvata da ASL3 (ing. Massimo Selmi), ASL5 (ing. Andrea Cini), ASL7 (dr Rolando Giomarelli) e ASL10 (ing. Alessandro Matteucci):

DOMANDA

È necessario installare una linea vita e/o relativi ganci per le coperture degli immobili e le aree soggetti a tutela ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n.137) in caso di ristrutturazione o manutenzione straordinaria delle stesse.

RISPOSTA: L’art. 141 comma 13 della LR 65/2014 dispone che :

“I progetti relativi ad interventi che riguardano le coperture di edifici di nuova costruzione oppure le coperture di edifici già esistenti, prevedono l’applicazione di idonee misure preventive e protettive che consentano, nella successiva fase di manutenzione degli edifici,l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza.
Pertanto ogni intervento sulle coperture necessita di misure preventive e protettive ed il regolamento DPGR 75r/2013 stabilisce le modalità con cui questo principio debba essere applicato. 
Premesso questo il DPGR 75/r 2013 sancisce che per 
“ Per gli immobili e le aree soggetti a tutela ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n.137) sono fatte salve le disposizioni ivi previste.”
Essendo in presenza di un immobile soggetto ad un particolare vincolo è il soggetto preposto alla sua tutela a disporre l’ambito di applicazione della normativa regionale e a valutare le soluzioni proposte dal progettista del sistema.
In altre parole la normativa regionale si applica a tutte le coperture e L’ETC deve essere comunque redatto ma è il soggetto preposto alla tutela a valutarlo.

 

(RIPRODUZIONE VIETATA A FINI COMMERCIALI - E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE A FINI INFORMATIVI CON OBBLIGO DI COLLEGAMENTO ALL'ARTICOLO E CITAZIONE DELLA FONTE)

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: DPGR 75/R LINEE VITA REGIONE TOSCANA COPERTURE BENI VINCOLATI