CANTIERE > LAVORI SU FUNE

Lavori su fune in sospensione – il Programma dei Lavori.

21 September 17

I lavori su fune in sospensione rappresentano una tipologia di intervento che deve essere eseguita in un tempo particolarmente ridotto. All’interno del D.Lgs. 81/2008 gli obblighi del datore di lavoro per l’impiego di sistemi con funi sono definiti all’interno dell’art. 116 che richiama l’obbligo della predisposizione di un programma di lavoro al comma e) ed f), come documento che preveda tipologie e tecniche operative di intervento, ancoraggi, DPI, metodi di accesso e la composizione della (delle) squadra di lavoro e delle attrezzature accessorie utili.

E’ evidente come queste considerazioni siano processate tramite una puntuale valutazione dei rischi generali (all’interno del DVR o del Piano di Sicurezza e Coordinamento) e una ricognizione dello stato dei luoghi, interferenze e quant’altro sia direttamente incidente sulle previste lavorazioni su fune (rischi di dettaglio).

Il Programma di Lavoro è dunque un’estensione del DVR o, nei casi in cui l’area di lavoro si possa definire cantiere, del Piano Operativo di Sicurezza (POS) redatto a seguito della produzione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) da parte del coordinatore sicurezza (se nominato).

Quest’ultimo dovrà quindi procedere ad una verifica in merito: alla corretta traduzione dei rischi indicati nel PSC, l’avvenuta formazione dei soggetti che opereranno nei lavori su fune ed ai contenuti minimi che il programma dei lavori dovrà contenere e di cui andiamo a dare una sintesi:

*committente;

*localizzazione cantiere;

*identificativo Ditta e Datore di Lavoro;

*squadra di lavoro;

*attrezzature accessorie da utilizzare (es. motosega)

*attestati di formazione;

*sorveglianza sanitaria;

*valutazione dei rischi specifici;

*tipo di intervento con dettaglio dei metodi di salita/discesa, ancoraggi utilizzati, DPI ecc.;

*piano o misure di emergenza;

*planimetria.

Il Programma di Lavoro sarà dunque sottoposto con congruo anticipo al coordinatore sicurezza che procederà a verificare il documento ed eventualmente a richiedere chiarimento, modifiche o integrazioni. Nel caso in cui il Programma di Lavoro abbia subito modifiche o integrazioni dopo la validazione, dovrà essere sottoposto ai componenti della squadra di lavoro per opportuna informazione.

 

 

Potrebbero interessarti anche:

Cordino e corde di sicurezza per lavori su fune.

Sistemi anticaduta in copertura – adempimenti del proprietario.

Fissaggio dispositivi anticaduta su lamiere in copertura.

 

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

 

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: LAVORI SU FUNE PROGRAMMA DEI LAVORI POS PSC DVR