Lavoratore-autonomo-e-o-Ditta-individuale--

ADDETTI AI LAVORI > COORDINATORE PER LA SICUREZZA

Lavoratore autonomo e/o Ditta individuale?.

20 March 18

Il tema del lavoratore autonomo é stato affrontato dalla nostra redazione con numerosi speciali dedicati a firma dell'Ing. Danilo G.M. De Filippo, Responsabile Vigilanza DTL Siena e autore di numerose pubblicazioni su temi inerenti la sicurezza in cantiere.

APPROFONDIMENTO - Il lavoratore autonomo ed i familiari.

Lavoratore autonomo - impresa familiare - impresa artigiana, dalla A alla Z.

Proponiamo alcune tra le FAQ inviate dai nostri lettori sul lavoratore autonomo, scelte proprio a rappresentare due delle difficoltà che il Committente prima ed il Professionista dopo si possono trovare di fronte:

-corretta valutazione dei dati della visura camerale del lavoratore autonomo;

-corretta prassi nel caso di trasformazione da lavoratore autonomo in Ditta con dipendenti.

·La dicitura Ditta Individuale è sinonimo di lavoratore autonomo o in alternativa è inquadrato in altro modo all’interno della visura camerale?

La dicitura all’interno del certificato camerale è quella di impresa individuale. Per potersi definire lavoratore autonomo, però, occorre che non esistano né dipendenti né collaboratori, nemmeno familiari.

 

·Elettricisti, Idraulici, ecc devono essere iscritti alla CCIAA anche per motivi di autorizzazione alla compilazione delle dichiarazioni di conformità, risulta veritiero che es. un muratore come lavoratore autonomo può non avere iscrizione alla CCIAA alla stregua di un singolo libero professionista?

No. L’iscrizione è obbligatoria, tant’è che il certificato camerale è uno dei documenti da esibire obbligatoriamente per la verifica dell’idoneità tecnico professionale.

 

·Ditta individuale che risulta aver avuto in visura camerale dei dipendenti in tempi passati, può essere considerata lavoratore autonomo se non ha dipendenti al momento dell’assegnazione del lavoro?

Si. Il discriminante è l’assenza di dipendenti o collaboratori nel corso e per tutta la durata dell’appalto.

 

·Come deve comportarsi il Coordinatore nel caso in cui un lavoratore autonomo trasforma la propria attività in Ditta con dipendenti durante la realizzazione di un’opera?

Dal momento della trasformazione ci troviamo davanti ad una impresa esecutrice a tutti gli effetti. Il coordinatore dovrà perciò richiedere il Piano Operativo di Sicurezza (con cui aggiornerà il PSC) ed il rispetto di tutti gli obblighi riservate alle imprese. Il committente dovrà procedere ad una nuova verifica dell’idoneità tecnico professionale.

 

·E’ consentito far proseguire le lavorazioni ad un  lavoratore autonomo che si sta trasformando in Ditta con dipendenti o è necessaria la sospensione dell’opera fin quando non abbia adempiuto a tutti gli obblighi di legge (es. DVR, visite mediche, formazione, ecc)?

L’attività dell’autonomo dovrà provvisoriamente essere sospesa sino al completo adempimento di tutti gli obblighi di legge. Nel frattempo il coordinatore potrà aggiornare il proprio PSC anche in funzione delle nuove interferenze potenzialmente creatisi.

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

>contatta la redazione<

Potrebbero interessarti anche:

ATI, Società Consortile e Consorzio: ruoli e responsabilità.

Il Diagramma di GANTT e multitasking degli operatori in cantiere.

Come informare il committente.

 

      

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: LAVORATORE AUTONOMO VISURA CAMERALE DITTA INDIVIDUALE PSC COORDINATORE