ADDETTI AI LAVORI > R.S.P.P.

La sicurezza delle macchine utensili.

04 May 16

Dal Coordinamento Tecnico Interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro (autore Nicola Delussu) l’approfondimento in merito alla “SICUREZZA DELLE MACCHINE UTENSILI” e relativa casistica degli infortuni derivati proprio dall’utilizzo di queste ultime.

Il documento analizza in premessa quanto di interesse sull’argomento in riferimento al D.Lgs. 81/2008 e più nello specifico all’articolo 70 “Requisiti di Sicurezza delle Attrezzature” che ai primi due commi recita:

 

“1. Salvo quanto previsto al comma 2, le attrezzature di lavoro messe a disposizione dei lavoratori devono essere conformi alle specifiche disposizioni legislative e regolamentari di recepimento delle Direttive comunitarie di prodotto.

2. Le attrezzature di lavoro costruite in assenza di disposizioni legislative e regolamentari di cui al comma 1, e quelle messe a disposizione dei lavoratori antecedentemente all’emanazione di norme legislative e regolamentari di recepimento delle Direttive comunitarie di prodotto, devono essere conformi ai requisiti generali di sicurezza di cui all’ALLEGATO V”.

 

Per il Datore di Lavoro viene altresì richiamato l’obbligo di adottare “adeguate misure tecniche ed organizzative, tra le quali quelle dell’ALLEGATO VI” al fine di ridurre al minimo i rischi connessi “all’uso delle attrezzature di lavoro e per impedire che dette attrezzature possano essere utilizzate per operazioni e secondo condizioni per le quali non sono adatti”, così come previsto dall’art. 71 – comma 3 “Obblighi del Datore di Lavoro”.

 

L’ulteriore norma richiamata è il D.Lgs. 17/2010 “Attuazione della direttiva 2006/42/CE, relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE relativa agli ascensori” con i requisiti essenziali di sicurezza (RES) e di tutela della salute relativi alla progettazione e alla costruzione delle macchine, di cui all’Allegato I.

 

Lo Studio evidenzia come su 2411 infortuni inseriti il 19,80% sono dovuti a contatti con organi lavoratori in movimento con un rilevante fattore legato proprio a “utensili, macchine impianti” ed al loro assetto. Su 302 infortuni dovuto proprio a tale problematica, ben il 20.20% sono derivati da MANCANZA DI PROTEZIONI, il 15,60% sono riconducibili a INADEGUATEZZA DI PROTEZIONI, il 10,30% sono causati da PROTEZIONI RIMOSSE.

 

Il documento ““SICUREZZA DELLE MACCHINE UTENSILI” fornisce anche un’ampia casistica fotografica di quelle che sono le manomissioni più comuni e/o l’utilizzo di macchine utensili assolutamente con scopi non previsti.

 

Il testo integrale è disponibile in formato pdf nell’area download dell’articolo.

 

Potrebbero interessarti anche:

 

Macchine da cantiere - BETONIERA A BICCHIERE.

Sega circolare da cantiere - UNI EN 1870-1.

Macchine perforatrici (piccola perforazione) e la nuova EN 16228.

 

 (RIPRODUZIONE VIETATA A FINI COMMERCIALI DIRETTI O INDIRETTI PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE - E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE A FINI INFORMATIVI CON OBBLIGO DI COLLEGAMENTO ALL'ARTICOLO E CITAZIONE DELLA FONTE)

 

Note redazionali: si prega di visionare la data di pubblicazione dell’articolo, le eventuali norme richiamate potrebbero essere superate.

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: SICUREZZA MACCHINE LAVORO UTENSILI