CANTIERE > LAVORI SU FUNE

Il tree-climbing nelle manutenzioni delle aree a verde.

15 February 15

Al fine di poter eseguire manutenzioni alle aree verdi o a singole piante, possono essere utilizzate ove possibile le PLE. In alternativa (sia per motivi di spazio disponibile a terra, sia per la conformità del terreno stesso piuttosto che per l’altezza di lavoro) o ad integrazione dell’utilizzo della piattaforma può essere utilizzata la tecnica di arrampicata denominata “tree-climbing”.

Quest’ultima consente operazioni di potatura, monitoraggio, consolidamento e smontaggio riducendo il più possibile danni ambientali consequenziali all’utilizzo di macchine ed attrezzature a motore, su aree a verde particolarmente sensibili.

Relativamente all’utilizzo delle PLE  nella considerazione che trattasi di attrezzatura “complessa” devono essere utilizzate quelle espressamente destinate a tale operatività, nel rispetto del manuale di utilizzo, specificatamente manutenute in modo programmatico e verificate periodicamente (cfr. D.Lgs. 81/2008 – allegato VII).

Nella fase di lavoro non devono essere manomessi i sistemi di allarme dell’attrezzatura verificandone tutti i dispositivi di sicurezza in via preventiva così come dovrà essere valutata la presenza di linee elettriche aeree (nel caso di lavorazione nell’ambito della definizione di “cantiere” la presenza di linee sarà anche stabilita in fase di progetto dal Coordinatore per la Sicurezza) e posizionando correttamente gli stabilizzatori prima dell’elevazione. L’operatività del sistema di spostamento che è messa in atto dall’operatore all’interno del cestello, riservando solo alla fase di emergenza l’utilizzo dei comandi a terra, e lo stesso sarà assicurato con idonei D.P.I. (es. cinture di sicurezza).

Relativamente all’attività di tree-climbing pubblichiamo di seguito il collegamento al documento “Manuale di arrampicata e lavoro su alberi – tecniche di treeclimbing” edito dalla Regione Piemonte Settore Politiche Forestali, che fornisce un completo quadro descrittivo della tecnica di cui all’oggetto e delle nozioni e formazione specifica che l’arboricoltore deve obbligatoriamente avere/rispettare.

La legislazione per questa tipologia di intervento è la seguente:

Testo Unico Sicurezza sul Lavoro – Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81;

Decreto Legislativo 8 luglio 2003, n. 235;

Decreto Legislativo 14 agosto 1996, n. 494;

Decreto Legislativo 19 settembre 1994, n. 626;

Decreto Legislativo 4 dicembre 1992, n. 475.

In realtà solo dopo l’emanazione del D.Lgs. 81/2008 gli Organi Istituzionali competenti hanno iniziato ad analizzare l’operatività del tree-climbing che è sicuramente una “anomalia” rispetto all’esecuzione tradizionale di lavori in quota su fune. Come evidenziato dal MANUALE edito dalla Regione Lombardia-ASL Monza e Brianza su "Principali problematiche di sicurezza ed igiene del lavoro osservate ed aspetti di prevenzione da migliorare nelle Aziende della manutenzione del verde" (scaricabile in formato pdf nel download) , l'importanza di una maggiore informazione delle Aziende operanti nel settore ed il richiamo ai compiti definiti per i soggetti coinvolti, sono di vitale importanza per la riduzione di infortuni su fasi di lavoro così critiche. Inoltre tale informazione è utile anche a tutti quei Professionisti che in ambito "cantiere" si dovessero trovare di fronte all'inserimento di tali fasi di lavoro all'interno dell'opera e che quindi hanno necessità di poter comprendere l'operatività del tree-climbing per poterne eventualmente valutarne l'applicazione o l'inserimento all'interno del Piano di Sicurezza e Coordianmento e del layout di cantiere, con particolare attenzione anche alle situazioni ambientali contingenti richiamate sopra come passaggio linee elettriche e affini.

Inoltre proprio ai fini dell’idoneità tecnico professionale dei soggetti coinvolti, la prima verifica che il Committente dovrà eseguire è sulla natura e consistenza di forza lavoro che il soggetto incaricato dovrà dimostrare di possedere nella considerazione che l’esecuzione dei lavori in quota su fune prevedono la presenza di almeno due lavoratori di cui uno a terra.

RIPRODUZIONE RISERVATA A FINI COMMERCIALI, TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI)

(Bibliografia:

MANUALE DI ARRAMPICATA E LAVORO SU ALBERI tecniche di treeclimbing edito da Regione Piemonte - Progetto e coordinamento: Valerio Motta Fre;  testi: Massimo Rocca e Pierpaolo Brenta, con il contributo degli Istruttori forestali di disciplina Giuseppe Fassi, Manuel José Fava, Claudio Guglielminotti, Nicola Macchetto, Marco Mondo, Mauro Piccione, Fabrizio Scaglia.

"Principali problematiche di sicurezza ed igiene del lavoro osservate ed aspetti di prevenzione da migliorare nelle Aziende della manutenzione del verde" edito da Regione Lombardia a cura del Gruppo di Lavoro “Agricoltura” dell’ASL Provincia di Monza Brianza)

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: TREECLIMBING PLE LAVORI LAVORI SICUREZZA