ADDETTI AI LAVORI > GIURISPRUDENZA

INTERPELLO: Validità corsi e-learning per Addetti primo Soccorso

12 November 14

Il Ministero chiarisce l’aspetto legato alla formazione e-leraning per addetti al Primo Soccorso.

Una parte importante del ruolo di COORDINATORE ma spesso "sottovalutata" in alcuni dettagli, è la validazione della documentazione di cantiere. Tra questa ovviamente devono essere presenti gli attestati relativi all'abilitazione al "primo soccorso". Il quesito riportato sotto richiede se è possibile ritenere valido un corso di formazione per addetti al primo soccorso che sia stato seguito esclusivamente on-line. Nel dettaglio, trattando la normativa in materia anche di una parte del corso che deve essere effettuata in modo pratico, non è possibile ritenere valido un corso svolto unicamente in e-learning, ma può essere ritenuta valida un'idoneità conseguita con corsi strutturati in modo da unire la parte "informativa" (quindi in e-learning) con le esercitazioni pratiche previste.

 

QUESITO: Si possono effettuare corsi di formazione per i lavoratori addetti al primo soccorso in modalità e-learning (quindi a distanza)?

RISPOSTA: Premesso che la materia della formazione non rientra fra le competenze primarie di questa Direzione Generale per essere più propriamente attinente all’ ambito delle competenze delle Regioni e delle Province autonome, si forniscono, in ordine al quesito proposto, le seguenti osservazioni.

Anzitutto, si evidenzia che, in materia di primo soccorso, il comma 2 dell’articolo 45 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i., anche noto come Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, prevede che la disciplina relativa ai “requisiti del personale addetto e la sua formazione” sia individuata nelle previsioni del decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388. Tale provvedimento, in particolare, dispone, all’articolo 3, commi 2, 3 e 4, quanto segue:

2. La formazione dei lavoratori designati e' svolta da personale medico, in collaborazione, ove possibile, con il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale. Nello svolgimento della parte pratica della formazione il medico può avvalersi della collaborazione di personale infermieristico o di altro personale specializzato.

3. Per le aziende o unità produttive di gruppo A i contenuti e i tempi minimi del corso di formazione sono riportati nell'allegato 3, che fa parte del presente decreto e devono prevedere anche la trattazione dei rischi specifici dell'attività svolta.
4. Per le aziende o unità' produttive di gruppo B e di gruppo C i contenuti ed i tempi minimi del corso di formazione sono riportati nell'allegato 4, che fa parte del presente decreto.”
Alla luce delle considerazioni su espresse, pertanto, si ritiene che la formazione degli addetti al primo soccorso possa essere effettuata solo in parte in modalità e-learning atteso che, constando la stessa di una parte pratica, non potrà prescindere da lezioni in aula effettuate mediante un approccio di carattere operativo con esercitazioni pratiche, al fine di garantire maggior efficacia nell’acquisizione delle nozioni trasmesse e nell’apprendimento di comportamenti volti a realizzare una concreta tutela della salute dei lavoratori.

(fonte Commissione interpelli Ministero del Lavoro)

Potrebbero interessarti anche:

INTERPELLO: IMPRESA AFFIDATARIA - POSSONO ESSERCENE ANCHE PIÙ DI UNA IN CANTIERE?

INTERPELLO: FORMAZIONE ADDETTI MONTAGGIO PONTEGGIO (ESONERI).

INTERPELLO: IMPRESA AFFIDATARIA - VALUTAZIONE IDONEITÀ TECNICO PROFESSIONALE

 

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

 

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: INTERPELLO FORMAZIONE COMMISSIONE INTERPELLI MINISTERO DEL LAVORO PRIMO SOCCORSO E-LEARNING