RISCHI > MOVIMENTAZIONE CARICHI

INAIL - sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale nel settore edile.

15 February 15

I rischi di natura ergonomica e relative patologie muscolo scheletriche interessano oltre il 46% dei lavoratori nel settore edile europeo, così come stimato dalla fondazione Europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro; questo comporta ovviamente un innalzamento di malattia professionale e disabilità fisica degli operatori.

Stante la tipologia di imprese presenti nel territorio nazionale aventi dimensioni occupazionali limitate, nella difficoltà di valutare e gestire correttamente tali rischi è stato elaborato uno specifico progetto da INAIL direzione Regionale Basilicata e Edilcassa Basilicata, inerente la prevenzione dal rischio di sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale.

Il manuale “Il sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale nel settore edile: schede di rischio per mansione, per settore produttivo e per singoli compiti lavorativi” propone la valutazione di tale rischio in ambito edile tramite l’applicazione di un metodo semplificato suddividendo intanto l’analisi del rischio in base all’operatività del lavoratore (muratore, manovale, carpentiere, idraulico, piastrellista, intonacatore, cartongessista) evidenziando il rischio di sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale nei diversi compiti.

(RIPRODUZIONE RISERVATA A FINI COMMERCIALI – TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI)

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: INAIL SICUREZZA RSPP MEDICO