ADDETTI AI LAVORI > COORDINATORE PER LA SICUREZZA

Eventi temporanei: la sicurezza nelle fasi di montaggio e smontaggio.

24 January 16

Gli eventi temporanei e la sicurezza nel montaggio e smontaggio delle opere che li caratterizzano, con particolare attenzione all'ambito concerti e spettacoli, e la filioera inerente la fase progettuale, calcolo e verifica delle stesse.

Le infrastrutture che vengono allestite per eventi temporanei (soprattutto spettacoli) sono generalmente composte da elementi prefabbricati assemblati in opera secondo uno specifico progetto scenotecnico e strutturale.

Il montaggio e lo smontaggio delle opere temporanee avviene, generalmente, senza l’impiego di opere provvisionali distinte, in quanto gli operatori (scaff, rigger, etc) utilizzano le stesse opere quali elementi di supporto ed ancoraggio per il lavoro in quota.

Come previsto dal D.I. 22 luglio 2014 la procedura di cui sopra è ammissibile solo a seguito di un’apposita relazione di calcolo, redatta da professionista abilitato, che certifichi l’idoneità delle opere temporanee quali idoneo sostegno agli operatori ivi ancorati durante le fasi di lavoro. In tale relazione dovranno essere indicati, precisamente, i punti di ancoraggio per DPI anticaduta e dovrà essere dimostrata la stabilità e la resistenza della struttura al peso degli operatori ed ad una loro eventuale caduta. Dovranno essere privilegiate le misure di protezione collettiva rispetto a quelle individuali. Inoltre dovrà essere prevista, qualora tecnicamente fattibile, l’installazione disafety line che, in ogni caso dovranno essere progettate, certificate ed installate secondo le disposizioni dei fabbricanti. Dovranno, inoltre, essere identificati i passaggi ed i percorsi per raggiungere i posti di lavoro in quota garantendone anche una sufficiente ergonomia.

Nella documentazione di progetto delle opere temporanee si dovranno identificare le sequenze di montaggio e di smontaggio, cui le imprese esecutrici dovranno attenersi scrupolosamente. La stabilità statica e dinamica dovrà essere dimostrata non solo a completamento dell’opera ma anche durante l’intero processo di montaggio e smontaggio.

Ogni modifica al progetto approvato dovrà essere preliminarmente comunicata al Progettista ed al Coordinatore per la Sicurezza, i quali dovranno provvedere a certificarne la fattibilità ed a valutare le opportune misure di prevenzione degli infortuni.

Particolare attenzione dovrà essere posta nei confronti di fattori climatici che possano compromettere la stabilità e la sicurezza dell’allestimento. In particolare, qualora si preveda l’installazione in luoghi aperti, dovrà essere valutato il rischio derivante da vento, pioggia, grandine, neve, etc. Le imprese affidatarie ed esecutrici ed il CSP/CSE dovranno prevedere apposite procedure per il monitoraggio di tali eventi atmosferici ed indicare le misure di prevenzione e protezione che dovranno essere adottate compresa la sospensione dell’attività e l’abbandono del sito nei casi estremi.

Gli elementi costituenti le opere temporanee dovranno essere sottoposti ad un preventivo controllo al fine di assicurarne la solidità e le perfette condizioni di manutenzione. Gli esiti di tali controlli dovranno essere registrati per iscritto e mantenuti a disposizione presso il sito. Qualora le opere temporanee non siano smontate ma si preveda un loro riutilizzo per una durata di qualche settimana, dovranno essere fornite istruzioni per la manutenzione nel tempo e indicazioni sui controlli periodici da effettuarsi anche a seguito di eventi calamitosi.

Potrebbero interessarti anche:
DECRETO PALCHI – DOCUMENTAZIONE

IL DIAGRAMMA DI GANTT E MULTITASKING DEGLI OPERATORI IN CANTIERE.

SPETTACOLI ED EVENTI TEMPORANEI – OBBLIGHI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO.

 

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

 

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

Fonte: www.asl.milano.it
Coordinamento
* Dott.sa Susanna CANTONI – ASL Milano – Dipartimento Prevenzione Medico
Referenti aree tematiche
* Ing. Massimo RHO – ASL Milano – SC PSAL – SS Sicurezza Elettrica
* Ing. Ubaldo MINNITI – ASL Milano – SC PSAL – SS Verifiche Impianti di Sollevamento
Gruppo di redazione
* Dott. Marco MORONE – ASL Milano - SC PSAL – SS Sicurezza del Lavoro
* Dott.sa Calogera CAMPO – ASL Milano – SC PSAL
* Dott.sa Nora VITELLI – ASL Milano – SC PSAL
* Dott. Luigi LECCARDI – ASL Milano – SC PSAL – SS Verifiche Impianti di Sollevamento
* Dott. Cristian LIBRICI - ASL Milano – SC PSAL – SS Verifiche Impianti di Sollevamento
* Dott. Giuseppe BELLANI – ASL Milano – SC PSAL – SS Sicurezza Elettrica
* Sig. Antonio PICCARDI – ASL Milano – SC PSAL – SS Sicurezza Elettrica

Foto di copertina tratta dalla Pubblicazione  VADEMECUM PER LA GESTIONE HEALT AND SAFETY DELLE ATTIVITA’ DI MONTAGGIO E SMONTAGGIO DI STRUTTURE PER EVENTI TEMPORANEI IN OCCASIONE DELL’ESPOSIZIONE MONDIALE EXPO 2015 DI MILANO.

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: D.I. 22 luglio 2014 EVENTI SICUREZZA COORDINATORE MONTAGGIO EVENTI TEMPORANEI OPERE TEMPORANEE