ADDETTI AI LAVORI > GIURISPRUDENZA

Cassazione: la posizione di garanzia del coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione.

04 July 17

Pubblichiamo una interessante sentenza che, seppur relativa a fatti rientranti ratione temporis nel perimetro di applicazione della normativa 494/1996 (come modificata a suo tempo dal d.Lgs.  528/1999), fornisce ulteriori indicazioni interpretative in ordine alla posizione di garanzia del coordinatore per l'esecuzione dei lavori  prevista dall'art. 92 d.Lvo 9 aprile 2008, n. 81.

Nel maggio del 2003 un operaio di una ditta edile, subappaltatrice di alcuni lavori di realizzazione di tramezzine interne, cadeva a terra dall’altezza di circa 6,5 metri mentre era intento a raccogliere e buttare le macerie al secondo piano di una palazzina in costruzione.

Nel corso del giudizio di primo grado, il perito nominato  dal Pubblico Ministero individuava la causa della caduta nella rottura dell’unico giunto con il quale, in via anomala e in violazione della normativa antinfortunistica, era stato fissato uno dei tubi che avrebbero dovuto sorreggere il piano metallico sul quale si trovava il lavoratore.

 

Il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione veniva condannato in primo grado (poi parzialmente riformato in appello per intervenuta prescrizione) per il reato di lesioni colpose gravissime, in concorso con altri, aggravato per violazione della normativa antinfortunistica essendo emerso in corso di causa come non fosse stato aggiornato e adeguato il PSC in relazione ai rischi connessi alla collocazione delle mensole in violazione dell'art. 5, comma 1, lettera b) d.Lvo 494/96.

Il coordinatore, tra i vari motivi articolati a sua difesa, lamentava l'erronea interpretazione dell' art. 5, comma 1, d.Lgs. 494/96,  sostenendo che, a seguito delle modifiche apportate dal d.Lgs. 528/1999, il ruolo del coordinatore per l'esecuzione non era più quello di assicurare l'applicazione delle disposizioni contenute nel PSC, di competenza del datore di lavoro o comunque dei soggetti equiparati allo stesso, ma solo di verificare l'applicazione di tali disposizioni e procedure.

 

La Cassazione ha evidenziato come la lettera dell’art. 5 dell’abrogato d.lgs. 494/1996 (come a suo tempo  modificata dalla 528/1999)  il cui contenuto è stato trasferito nell’art. 92 del d.lgs. 81/2008, prevede una posizione di garanzia in capo al coordinatore per la sicurezza in forza della quale da una parte questi è tenuto ad assicurare, nella prospettiva di ottimizzare i profili di tutela antinfortunistica nell’organizzazione del cantiere,  il collegamento tra impresa appaltatrice e committente e dall’altra sono previsti obblighi che comprendono,  in situazioni di grave pericolo, anche poteri impeditivi.

Nello specifico la Cassazione, richiamando precedente giurisprudenza, ha precisato come “ le funzioni del coordinatore non si limitano a compiti organizzativi e di raccordo o di collegamento tra le eventuali varie imprese che collaborano nella realizzazione dell'opera, ma, in conformità al dettato normativo sopra citato, si estendono anche al compito di vigilare sulla corretta osservanza da parte delle imprese o della singola impresa delle prescrizioni del piano di sicurezza e ciò a maggior garanzia dell'incolumità dei lavoratori”  (cit. Cass. 14 giugno 2011, Sez. IV, n. 32142).

Per le ragioni di cui sopra, la Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di Appello rigettando il ricorso proposto dal coordinatore per la sicurezza.

(Cassazione Penale, Sez. 4, 22 giugno 2015, n. 26289)

Potrebbero interessarti anche:

Cassazione: Previsione del rischio di investimento nel POS e PSC
durante cantiere stradale.


Cassazione Penale - Infortunio mortale per crollo e responsabilità
del coordinatore per la sicurezza. 


Cassazione – La responsabilità del committente e la nomina del
responsabile dei lavori

 

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

 

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: CANTIERE COORDINATORE CASSAZIONE INFORTUNIO PSC SICUREZZA CANTIERE POSIZIONE DI GARANZIA