ADDETTI AI LAVORI > COORDINATORE PER LA SICUREZZA

Agenzia delle Entrate: la notifica preliminare per le detrazioni fiscali inerenti ristrutturazioni.

12 October 17

All’interno della modulistica inerente le detrazioni fiscali, uno dei documenti richiamati è la notifica preliminare che deve essere allegata in caso di determinate condizioni con cui il cantiere di ristrutturazione si è generato e sviluppato.

La richiesta giunge spesso a valle del percorso burocratico ed esecutivo e può generare equivoci e necessità di chiarimento, come dimostra uno dei quesiti rivolti all’Agenzia delle Entrate tramite il portale www.fiscooggi.it:

 

OGGETTO: Detrazione recupero edilizio - comunicazione Asl.

 

Per poter beneficiare della detrazione Irpef per gli interventi di recupero edilizio, in quali casi è necessario inviare la comunicazione all’Asl?

 

Per poter beneficiare della detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio (articolo 16-bis, Tuir), l’invio (con raccomandata a/r o altre modalità stabilite dalla Regione) della comunicazione all’Azienda sanitaria locale territorialmente competente non è sempre necessario. Infatti, la comunicazione (notifica preliminare all’Asl e alla direzione provinciale del Lavoro territorialmente competenti) deve essere effettuata solo nei casi in cui la normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro espressamente lo prevede. Tale obbligo sussiste, in particolare, nel caso di cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non  contemporanea; di cantieri che, inizialmente non soggetti all’obbligo di notifica, ricadono nell’ipotesi precedente per effetto di varianti sopravvenute in corso d’opera; cantieri in cui opera un’unica impresa la cui entità presunta di lavoro non sia inferiore a duecento uomini/giorno (articolo 99, Dlgs 81/2008).

risponde

Gennaro Napolitano

 

 

 

Il quesito sull’obbligatorietà dell’invio della notifica preliminare evidenzia come siamo ancora lontani da un’effettiva consapevolezza della normativa tecnica di riferimento e soprattutto da una consapevolezza piena del committente che si dovrebbe trovare nelle condizioni di presentazione delle detrazioni fiscali a seguito di lavori (o di altre tipologie di miglioramento) con una completezza di informazioni a cui anche gli addetti ai lavori (Imprese e Professionisti) dovrebbero collaborare.

Abbiamo già sottolineato in numerosi approfondimenti come nella complessità legislativa che il comune cittadino (committente) deve affrontare nella vita di tutti i giorni, anche il commissionare lavori può aprire una voragine di punti interrogativi che possono essere più o meno chiariti in base alle varie casistiche.

Pur non potendo produrre una soluzione definitiva al problema, cantierepro.com ha deciso di tradurre quanto previsto per il Committente di lavori dal T.U. D.Lgs. 81/2008 in una WEB APP GRATUITA strutturata con percorsi a risposta chiusa dotati di tutorial, in modo da giungere al termine con un report di sintesi dell’intero percorso, ove viene riassunto:

-percorso svolto;

-obblighi normativi;

-limiti temporali a tali obblighi;

-regime sanzionatorio;

-definizioni previste dal D.Lgs. 81/2008.

>IN-SICUREZZA<

Potrebbero interessarti anche:

LA NOMINA DEL RESPONSABILE DEI LAVORI.

REQUISITI PER IL RUOLO DI COORDINATORE ED IL LIBERO MERCATO.

DOCUMENTI DI CANTIERE.

 

F.to Redazione Tecnica

©RIPRODUZIONE VIETATA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE

 

Tieniti sempre aggiornato anche tramite:

NEWSLETTER SETTIMANALE

 

 

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: AGENZIA DELLE ENTRATE NOTIFICA PRELIMINARE RISTRUTTURAZIONI COMMITTENTE 81 DETRAZIONI FISCALI