CANTIERE > LAVORI IN ALTEZZA

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine.

12 July 16

Il sollevamento di operatori con attrezzature non sviluppati e collaudati per questo tipo di operazione e la normativa di riferimento che approfondisce le procedure affinchè si possano eseguire le operazioni in sicurezza.

Il Testo Unico D.Lgs. 81/2008 all’Allegato VI “Disposizioni concernenti l’uso delle attrezzature di lavoro” indica il divieto di utilizzo di una macchina per operatività per la quale non è stata specificatamente progettata, implicando che anche il sollevamento di operatori è consentito solo con mezzi ed accessori che siano stati sviluppati e collaudati per questa operazione.

Il punto 3.1.4 del richiamato Allegato VI D.Lgs. 81/2008 prevede l’utilizzo eccezionale per il sollevamento di persone di mezzi non progettati per tale operazione:

A titolo eccezionale, possono essere utilizzate per il sollevamento di persone attrezzature non previste a tal fine a condizione che si siano prese adeguate misure in materia di sicurezza, conformemente a disposizioni di buona tecnica che prevedono il controllo appropriato dei mezzi impiegati e la registrazione di tale controllo”.

Fino all’emanazione della Circolare 3326 del 10 febbraio 2011 da parte del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali (disponibile nell’area download dell’articolo), non veniva data descrizione approfondita del concetto di “titolo eccezionale”; la Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha indicato come condizione eccezionale:

*operare in situazioni di emergenza;

* attività la cui esecuzione immediata è necessaria per prevenire situazioni di pericolo, incidenti imminenti o per organizzare misure di salvataggio;

* effettuazione di determinale operazioni rese necessarie dalla specificità del sito o del contesto lavorativo le attrezzature disponibili o ragionevolmente reperibili sul mercato non garantiscono maggiori condizioni di sicurezza.

Viste le specificità richiamate, le operazioni di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine devono contemplare:

1.       analisi dei rischi preliminare;

2.       scelta dell’attrezzatura in base alle considerazioni emerse al punto 1;

3.       requisiti delle attrezzature accessorie;

4.       operatività;

5.       criteri di sorveglianza e controllo.

E’ evidente come nelle condizioni eccezionali richiamate sopra (situazioni di emergenza, pericolo/salvataggio queste valutazioni debbano essere eseguite in un lasso temporale particolarmente limitato.

A tale riguardo si segnalano quindi le procedure sviluppate dalla ASL Monza Brianza proprio sull’utilizzo di carrelli elevatori e gru in condizioni eccezionali per sollevamento di persone (il documento è disponibile nell’area download dell’articolo).

F.to Redazione Tecnica

Potrebbero interessarti anche:

PIATTAFORMA MOBILE (CESTELLO) - APPROFONDIMENTO.

RETE DI SICUREZZA - APPROFONDIMENTO.

TRABATTELLI, NUOVO QUADERNO TECNICO INAIL.

(RIPRODUZIONE VIETATA A FINI COMMERCIALI DIRETTI O INDIRETTI PREVIA AUTORIZZAZIONE DELLA REDAZIONE - E' CONSENTITA LA DIVULGAZIONE A FINI INFORMATIVI CON OBBLIGO DI COLLEGAMENTO ALL'ARTICOLO E CITAZIONE DELLA FONTE)

Note redazionali: si prega di visionare la data di pubblicazione dell’articolo, le eventuali norme richiamate potrebbero essere superate.

STAMPA ARTICOLO

ARGOMENTI: ATTREZZATURE SOLLEVAMENTO 81 SICUREZZA